MAGSTAT                                                   

 
HOME PAGE  Chi siamo  Servizi  Recruiting  Indagini  Stampa  Contatti

MILANO FINANZA 28 SETTEMBRE 2019


Da Banca Generali polizze su misura

 

La ricerca di soluzioni di investimento che consentano la tutela del patrimonio è sempre più difficile in un contesto di tassi bassi, destinati a restare ancora a lungo e, contemporaneamente, con fonti di incertezza geopolitica sempre presenti. Una strada sempre più battuta dalle private bank è quella delle polizze miste, che combinano la sicurezza della gestione separata con prodotti unit linked (oppure gestioni patrimoniali). A questo proposito Banca Generali, al fianco delle proposte nelle gestioni attive, ha sviluppato alcune soluzioni in sinergia con Generali nell’ambito degli investimenti assicurativi. La prima riguarda l’estensione della multilinea Bg Stile Libero con la nascita di un nuovo prodotto –BG Stile Libero 50 Plus- che vede salire dal 30 al 50% la quota destinata alle gestioni separate, con tutti i vantaggi e le garanzie ad esse connotate, mentre l’altra metà dell’investimento viene diversificato tra oltre mille comparti da selezionare a seconda degli obiettivi. «Stile Libero è uno strumento molto richiesto e utile per la protezione dei portafogli potendo contare su delle coperture esclusive in questo segmento, come quella dalle potenziali minusvalenze in caso di mercati negativi nell’asse successorio, e di grandi possibilità di personalizzazione. Resta uno dei prodotti di maggiore successo in ambito assicurativo degli ultimi anni e questa nuova versione si caratterizza per ancora più margine di protezione», dice Andrea Ragaini, vice direttore generale di Banca Generali. Sempre nel panorama delle soluzioni finanziaria si inserisce poi un innovativo Pac con un piano di accumulo estremamente flessibile, negli importi, nella frequenza e addebiti di rata, che consentono di risolvere i problemi legati al tempismo sul mercato e mediare le eventuali criticità nel lungo termine. E ultimo, ma non certo per importanza, arriva anche una nuova private insurance di diritto lussemburghese per la clientela più complessa con esigenze sofisticate nella diversificazione patrimoniale e pianificazione successoria. Si tratta di un prodotto tipico del private banking di fascia alta, un segmento sempre più nelle corde della banca triestina che dallo scorso agosto è stata riconosciuta ufficialmente dalla classifica di Magstat come il terzo operatore nel private banking in Italia in virtù di 40 miliardi di masse da clientela da oltre mezzo milione di euro di disponibilità finanziaria. (riproduzione riservata)

 

Milano Finanza copyright 2014 - 2019. Tutti i diritti riservati 
Le informazioni sono fornite ad uso personale e puramente informativo. Ne è vietata la commercializzazione e redistribuzione con qualsiasi mezzo secondo i termini delle condizioni generali di utilizzo del sito e secondo le leggi sul diritto d'autore. Per utilizzi diversi da quelli qui previsti vi preghiamo di contattare mfhelp@class.it