MAGSTAT

 HOME PAGE  Chi siamo  Servizi  Recruiting  Indagini  Stampa  Contatti

IL SOLE 24 ORE - 22 maggio 2012 - Rapporti PRIVATE BANKING

La relazione con il cliente

La crescita passa dai banker

Il reclutamento di risorse professionalmente competenti resta una delle strategie più ricorrenti - IL PATTO DI NON CONCORRENZA È uno dei vincoli che continua a ingessare il mercato: il consulente si impegna a non esercitare attività presso competitor della sua ex banca per un periodo di tempo troppo lungo.

Competenti, sempre aggiornati, pronti a gestire a 360 gradi i bisogni del cliente, della sua famiglia e della sua impresa. Il ruolo dei private banker, oggi, è più importante che mai. E alla prova del mercato sono le capacità del singolo professionista a fare la differenza, più che la dimensione del suo portafoglio. Le campagne di recruiting proseguono, ma in molti casi le banche preferiscono formare internamente i professionisti.
«Il recruiting – commenta Marco Mazzoni, presidente della società di consulenza Magstat – è fortemente ingessato a causa dei patti di non concorrenza, in base ai quali il banker si impegna a non esercitare più la propria attività su un certo territorio e per un determinato periodo».
Inoltre, molti contratti prevedono un prolungamento del periodo di preavviso che va da tre mesi a due anni; in caso di inadempimento, il professionista è costretto a pagare una penale che può raggiungere tre volte la propria retribuzione media lorda, che varia dai 30-50 mila euro di un junior ai 50-170 mila euro di un senior banker. Secondo Mazzoni, inoltre, "le strutture guardano con grande attenzione ai costi di reclutamento di nuovi private banker perchè i margini di guadagno si sono ristretti a fronte della crisi". Il risultato conclude Mazzoni è che negli ultimi mesi ci sono state più chiusure che aperture di filiali di private banking............

 
  • Data: 22-05-2012
  • Riferimenti: RAPPORTI – PRIVATE BANKING



 

Magstat Consulting S.r.l. Via Monte Grappa, 3 - 40121 Bologna - Italy