MAGSTAT

 HOME PAGE   Chi siamo   Servizi   Recruiting   Articoli   Stampa   Contatti

PRIVATE BANKING NEWS

Maggio 2019
Secondo MF: Dopo aver lasciato Kairos, la società da lui stesso fondata, Paolo Basilico fonda la sua boutique finanziaria. Il manager  ha costituito dal notaio Mario Notari la Samhita srl, società che per oggetto "l'investimento del proprio patrimonio in altri strumenti finanziari" e la "consulenza a imprese che operino nel mercato bancario, finanziario e assicurativo nonchè di family office riguardo alla definizione nel tempo dell'asset allocation strategica".

Aprile 2019

12 aprile 2019 – L’assemblea di AIPB - Associazione italiana private banking - ha eletto all’unanimità come nuovo presidente per i prossimi tre anni Paolo Langé, AD di Cordusio Sim. Langé succede a Fabio Innocenzi, a lungo alla guida di UBS in Italia e da qualche mese passato a una banca generalista come Carige.

Marzo 2019


Banca Patrimoni Sella & C., ha nominato Paolo Giorsino nuovo direttore commerciale, posizione precedentemente ricoperta da Alessandro Marchesin, recentemente nominato amministratore delegato della sgr del gruppo Sella.
Giorsino, piemontese, è in Banca Patrimoni Sella & C. dal 2007 dove ha ricoperto diversi incarichi di responsabilità tra cui quello di direttore della rete e nell’ultimo triennio quello di vice direttore commerciale. Prima di arrivare in Banca Patrimoni Sella&C., ha lavorato in Sella Consult Sim in qualità di area mananger e responsabile marketing e prodotti, e precedentemente in Gestnord Consult Sim dove ha iniziato la sua carriera nel 1992 svolgendo la professione di promotore finanziario.
Con la nomina di Giorsino, sono stati nominati anche due nuovi vice direttori commerciali: Roberto Villa e Vincenzo De Marco in precedenza rispettivamente responsabile area Nord-Est e responsabile Centro-Sud della rete di private banker. Responsabilità che continueranno a mantenere ad interim

Febbraio 2019

Milano / Torino, 26 febbraio 2019 – Intesa Sanpaolo Private Banking rafforza la propria presenza territoriale e la struttura di servizio rivolta alla clientela HNWI. La società ha sviluppato, dal 2015, un modello di servizio innovativo e specializzato per i clienti con patrimoni superiori ai 10 milioni di euro. Alle 7 Filiali HNWI già attive in Italia – Milano, Torino, Padova, Bologna, Firenze, Roma e Napoli – si aggiunge la nuova filiale “Piemonte e Liguria”, con le tre sedi di Cuneo (Corso Giolitti 3), Novara (Corso Cavour 18) e Genova (Via Fieschi 6).

Dicembre 2018

Secondo MF: Julius Baer avrebbe messo in vendita Kairos.

Banca Generali ha formalizzato un'offerta vincolante, accettata da parte delle rispettive controparti, finalizzata all'acquisizione del 90,1% di Valeur Fiduciaria, società luganese attiva nell'amministrazione patrimoniale. Valeur Fiduciaria è stata costituita nel 2009 e gestisce masse pari 1,3 miliardi di franchi svizzeri.

Novembre 2018

26 novembre. Il CdA di Banca del Fucino ha approvato il progetto di integrazione con Igea Banca e esaminato le principali guidelines del nuovo piano industriale in linea con quanto già deliberato da Igea Banca. L'operazione porterà alla creazione di un nuovo gruppo bancario e prevede, tra gli aspetti qualificanti dell’operazione, il deconsolidamento dell'intero portafoglio di crediti deteriorati (NPE) di Banca del Fucino - per un importo di circa 300 milioni di euro e la valorizzazione del ramo fintech di IGEA Banca. Nell'azionariato della Banca del Fucino entreranno con quote diverse nuovi investitori istituzionali, espressione del mondo industriale e finanziario italiano ed internazionale alcuni dei quali già oggi soci di Igea Banca. In tale contesto, anche gli attuali azionisti continueranno a supportare la Banca nel suo percorso di crescita futuro per garantire il consolidato rapporto fiduciario con la clientela. Nei prossimi giorni verranno resi noti i dettagli della operazione.

10 Novembre - Citi investe nel private banking in Italia, mercato che dal 2010 era seguito da Londra. A partire dal 2019 il private banking della banca Usa tornerà ad avere una presenza stabile in Italia guidata da Francesco Lombardo di San Chirico che, insieme al suo team di private banker, si trasferirà a Milano entro marzo.
Il suo private banking si rivolge al segmento dei cosiddetti Uhnwi (Ultra high net worth individuals) e ai family office, clienti che detengono patrimoni superiori a 50 milioni di euro in asset liquidi.

Ottobre 2018

Banca Generali ha formalizzato un'offerta vincolante - accettata da parte delle rispettive controparti - finalizzata all'acquisizione del 100% di NEXTAM Partners: una boutique finanziaria attiva dal 2001 nell'asset e wealth management oltre che nell'advisory per la clientela private ed istituzionale in Italia.
L'operazione, si legge in una nota, si inserisce nel più ampio percorso di crescita avviato da Banca Generali nel private banking, finalizzato a rafforzare la gamma dei servizi offerti e le proprie competenze distintive nell'asset management e nell'advisory. NEXTAM Partners conta circa 2.500 clienti, per conto dei quali il gruppo gestisce circa 5,5 miliardi di euro di masse in advisory, unitamente ad ulteriori 1,3 miliardi di euro in asset management.

Verona, 19 ottobre 2018. Prader Bank apre un Centro Clienti a Verona in Corso Porta Nuova. La Banca è nata oltre dieci anni fa da un’iniziativa privata e dispone di un modello unico che comprende servizi di Private Banking, Corporate Banking e Family Office. Prader Bank è l’unica banca italiana ad offrire ai propri clienti una consulenza indipendente con un processo certificato ISO 9001 (i-proFA, indipendent professional Financial Advice.

Settembre 2018

Union Bancaire Privée  (Ubp) ha aperto il suo private banking in Italia nominando alla guida Alex Cecchini, in qualità di head of private banking. La lussemburghese Ubp (Europe) S.A., succursale di Milano, questo in nome completo della filiale italiana, è stata fondata nel 2012 ma finora si è dedicata soltanto all'asset management per investitori istituzionali. Ubp è presente in Lussemburgo dal 2002 e vi opera, accanto a Union Bancaire Privée (Europe) S.A., attiva nella gestione patrimoniale, anche tramite Ubp Asset Management (Europe) S.A, dedicata alla gestione di fondi (distribuiti anche in Italia).

Maggio 2018

Parigi/Milano, 3 maggio 2018 - Indosuez Wealth Management, brand globale specializzato nel wealth management del Gruppo Crédit Agricole, è lieta di annunciare la conclusione dell’acquisizione del 94.1% di Banca Leonardo, uno dei leader italiani del wealth management, a seguito dell’approvazione ricevuta dalle autorità di vigilanza.
L’acquisizione, annunciata inizialmente nel novembre 2017, rafforza ulteriormente la presenza del Gruppo in Italia. L’unione di tali attività permetterà di riunire 230 collaboratori in sei città diverse, tutti al servizio dei nostri clienti. Il totale delle masse in gestione nella Penisola arriverà a circa 7 miliardi di euro.
L’operazione avrà un impatto di circa 1 punto base sul Common Equity Tier 1 ratio di Crédit Agricole S.A., e nessun impatto significativo sul Common Equity Tier 1 ratio del Gruppo Crédit Agricole.

Aprile 2018

Milano, 24 aprile 2018 – Banca Profilo comunica che Banque Profil de Gestion (“BpdG”), controllata svizzera del Gruppo attiva nel Private e Investment Banking, ha siglato un accordo vincolante con gli azionisti di Dynagest SA per l’acquisizione della totalità del capitale (eccezion fatta per le azioni proprie detenute dalla società) di Dynagest SA, società operante nel campo della gestione di patrimoni istituzionali e controllante di Dynamic Asset Management SA, management company di diritto lussemburghese. L’esecuzione dell’operazione è soggetta all’approvazione della FINMA, della Commissione di Sorveglianza dei Servizi Finanziari del Lussemburgo e alle comunicazioni previste alla Banca d’Italia. I termini definitivi dell’acquisizione saranno formalizzati nelle prossime settimane con la firma di un contratto di vendita delle azioni (share purchase agreement), i cui termini essenziali sono già inclusi nell’accordo firmato. Questa operazione rientra nel contesto del piano industriale del Gruppo Banca Profilo 2017- 2019 con l’obiettivo di aumentare le masse in gestione. Oltre alle numerose sinergie sviluppabili all’interno della divisione Private Banking, l’operazione permette di rafforzare le competenze di BPdG nell’asset management istituzionale e nella negoziazione di strumenti finanziari, grazie anche al consolidamento dell’intero team di Dynagest, circa venti collaboratori altamente qualificati. Il margine di intermediazione di Dynagest al 31 marzo 2017, relativo all’ultimo bilancio disponibile certificato, ammontava a 7,2 milioni di Franchi svizzeri. L’operazione consentirà a BPdG di incrementare le masse in gestione sino a circa 3 miliardi di Franchi svizzeri, dagli 0,9 miliardi del 31 dicembre 2017.

Roma 19 aprile 2018 - Banca del Fucino si rafforza nel settore del private banking e del wealth management di alta gamma e lo fa sottoscrivendo un un Memorandum of Understanding con il Gruppo Barents, tra i principali gruppi indipendenti di riassicurazione a livello mondiale. I principi Torlonia, a capo della più antica banca privata romana, scelgono quindi di fare entrare il gruppo fondato nel 1996 (che conta su una presenza globale consolidata, con oltre 600 rapporti di riassicurazione sviluppati in 70 Paesi) per il proprio restyling.
L’operazione, soggetta all’approvazione delle autorità competenti e al completamento delle attività di due diligence, prevede infatti un aumento di capitale di 55 milioni di euro e il deconsolidamento dell’intero portafoglio di circa 300 milioni di euro di crediti deteriorati lordi (NPE) di Banca del Fucino, attraverso la strutturazione di una cartolarizzazione con apposita garanzia rilasciata da Barents. Questo dovrebbe consentire a Banca del Fucino di rafforzare i propri ratio patrimoniali e neutralizzare totalmente l’impatto del portafoglio di NPE sul proprio bilancio già a partire dalla chiusura dell’anno in corso.

Milano, 17 aprile - E' stato perfezionato oggi l'acquisto della partecipazione di controllo di Banca Intermobiliare da parte di Trinity, societa' di investimento di diritto irlandese gestita da Attestor Capital. Il perfezionamento dell'acquisizione, annunciata già lo scorso ottobre, è avvenuta a seguito dell'ottenimento delle autorizzazioni da parte della Bce, della Banca d'Italia e di Ivass. In esecuzione dell'operazione di acquisizione della partecipazione di controllo, Trinity ha acquistato in data odierna da Lca (Veneto Banca liquidazione coatta amministrativa, ndr) 107.483.080 azioni ordinarie Bim pari complessivamente al 68,807% del capitale sociale, ad un prezzo iniziale pari a 0,22411 euro per ogni azione Bim (e, pertanto, a complessivi 24.088.033,06 euro), integralmente corrisposto da Trinity alla Lca in data odierna, oltre ad un prezzo eventuale e differito (earn-out), secondo quanto previsto dal contratto, pari a massimi 0,66833 euro per azione e, pertanto, per un prezzo complessivo massimo per azione pari a euro 0,89244.

Milano / Ginevra, 12 aprile 2018 – Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking e gli azionisti di Morval Vonwiller Holding SA – ottenute tutte le previste autorizzazioni delle competenti autorità di vigilanza – annunciano il closing dell’acquisizione del gruppo svizzero, compresa anche Banque Morval SA. Con questo accordo Intesa Sanpaolo rafforza la propria presenza sui mercati internazionali del private banking, attraverso la propria Divisione già operativa a Lugano, Londra e in Lussemburgo, beneficiando delle competenze del gruppo Morval Vonwiller. Quest’ultimo, grazie alla solidità e alla capacità finanziaria di Intesa Sanpaolo e al suo status di primaria istituzione finanziaria europea, potrà ulteriormente sviluppare il proprio tradizionale ruolo di boutique, attenta alla relazione con una clientela internazionale.
Quattro componenti della famiglia Zanon di Valgiurata (fondatrice di Morval Vonwiller Holding SA) rimangono come azionisti di minoranza, mantenendo posizioni manageriali di rilievo e ruoli attivi nella gestione operativa del gruppo.
Con l’operazione di acquisizione del gruppo svizzero, che sarà inserito all’interno della Divisione Private Banking di Intesa Sanpaolo, si avvia la costituzione dell’HUB europeo del private banking che sarà basato in Svizzera e a cui farà riferimento anche la filiale di Londra, in linea col percorso di crescita internazionale già avviato da Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking.

Marzo 2018

È arrivato il via libera dell’Antitrust all’acquisizione di Banca Leonardo da parte di Crédit Agricole per il tramite della controllata Ca Indosuez Wealth Management. Inoltre, Caiw si è impegnata ad acquisire, alle medesime condizioni, la restante parte del capitale dell’istituto. Per effetto dell’operazione prospettata Caiw acquisirà la maggioranza o la totalità delle azioni di Leonardo e, dunque, il controllo esclusivo della stessa. Secondo l’Antitrust, “dopo un’attività di screening preliminare, basata sull’analisi della struttura dell’offerta negli ambiti geografici individuati sulla base dei confini amministrativi delle aree interessate dall’operazione e sull’assetto competitivo dei mercati coinvolti, non sono emerse criticità concorrenziali tali da rendere necessaria una differente e più ristretta definizione della dimensione geografica dei mercati”, scrive l’organismo di Vigilanza.

Febbraio 2018

5 febbraio 2108 - Banca Patrimoni Sella & C. e Schroders Italy SIM hanno perfezionato, oggi, l’accordo di alleanza strategica nel Wealth Management in Italia annunciato lo scorso 22 settembre 2017. In base alla struttura dell’intesa, che ha ricevuto l’approvazione regolamentare da parte dell’organismo di vigilanza preposto, il ramo di Wealth Management di Schroders in Italia viene conferito in Banca Patrimoni Sella & C., in cambio di una partecipazione azionaria in quest’ultima.  In virtù della partnership, inoltre, Giuseppe Marsi– in precedenza Country Head di Schroders Wealth Management in Italia – entrerà nel Gruppo Banca Sella come membro del Consiglio di Amministrazione di Banca Patrimoni Sella & C., mentre Andrew Ross, Global Head Wealth Management di Schroders, ne è diventato advisor.

Gennaio 2018

Julius Baer è salita dall’80 al 100% di Kairos Investment Management. Per la vendita della restante quota del 20% Basilico e il management di Kairos incasseranno altri 96 milioni, oltre a quelli percepiti nel 2016 quando gli svizzeri salirono dal 19,9% all’80% della società milanese. La transazione fa seguito al definitivo accantonamento del progetto di quotazione in Borsa di Kairos.

Dal primo gennaio Euclidea Sim affiancherà una vera e propria rete indipendente di private banker, di "digital wealth manager", alla piattaforma web proposta finora."Sarà un canale addizionale" ha precisato Mario Bortoli , fondatore e Ceo di Euclidea Sim. "I digital wealth manager avranno un costo proporzionato alla complessità del portafoglio dei clienti e dei servizi che avranno prescelto" ha aggiunto Bortoli .Vigilata da Banca d’Italia, Euclidea ha ricevuto a novembre 2016 l’autorizzazione da Consob ad operare come società di gestione patrimoniale mobiliare. Totalmente indipendente, la società è stata fondata nel 2015 da un team di professionisti di grande esperienza nella gestione degli investimenti - Mario Bortoli (CEO), Luca Valaguzza (Chief Product Officer) e Giovanni Folgori (Chief Investment Officer) – affiancati da alcuni soci, imprenditori di successo e grande esperienza nel mondo degli investimenti e delle tecnologie web: Roberto Condulmari, co-fondatore di Kairos SGR e Marco Corradino, co-fondatore di Volagratis.com oggi gruppo LastMinute.com.

Dicembre 2017

Nasce oggi Mediobanca Private Banking, il nuovo brand al servizio della clientela High Net Worth Individual (HNWI). Come approvato nel Consiglio di Amministrazione dello scorso 26 ottobre, dal 1° dicembre sarà effettiva la fusione per incorporazione in Mediobanca S.p.A. della controllata al 100% Banca Esperia S.p.A.
Alla guida di Mediobanca Private Banking, composta oggi da circa 90 banker e una capillare presenza sul territorio nazionale, è stato chiamato Angelo Viganò che assume l’incarico di responsabile della divisione. Viganò, manager con una lunga esperienza nel Private Banking maturata in banche italiane e internazionali, è entrato in Banca Esperia nel 2009 ricoprendo negli anni incarichi di responsabilità crescente – da ultima quella di responsabile dei Key Clients. Con l’incorporazione di Banca Esperia in Mediobanca, Duemme SGR (già controllata al 100% da Banca Esperia) viene ridenominata in Mediobanca SGR (la cui direzione è stata recentemente affidata a Emilio Franco, manager di comprovata esperienza nel settore dell’asset management).

Novembre 2017

14 novembre 2107 - Sei mesi fa la Banca d’Italia aveva detto basta. E ingiunto ai nuovi compratori di Bsi di chiudere la succursale italiana, per l’ispezione che in ottobre 2016 aveva svelato “gravi violazioni alla normativa sull'antiriciclaggio, con rischio di reiterazione delle irregolarità”. Sembrava una pietra tombale per il miliardo di franchi di gestioni private banking dello storico marchio ticinese, per anni sotto le insegne di Generali prima di finire (2015) alla brasiliana Btg Pactual, che l’anno dopo dovette cederla a Efg, il gruppo finanziario dell'armatore greco Spiros Latsis. Tuttavia, mentre la vigilanza intimava Bsi di consigliare nuovi intermediari ai clienti delle sedi di Milano e Como, il nuovo management di Efg International valutava l’opposizione alla vigilanza, ritenendo le attività italiane una priorità strategica e che non si tenesse conto dei cambiamenti di politiche e procedure portati dai nuovi padroni. Ieri il gruppo Efg ha annunciato che Bankitalia ha revocato il procedimento di maggio, accogliendo i rimedi alle passate fragilità. L’ufficio di Como è stato chiuso, quello di Milano "sarà rilanciato".

Milano, 7 novembre 2017 - Indosuez Wealth Management ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per acquisire la quota di maggioranza dell'italiana Banca Leonardo, in un'operazione che aumenterà di 5,9 miliardi di euro il suo gestito. La sussidiaria di Crédit Agricole ha siglato un'intesa per rilevare dai principali azionisti Gbh, Exor, Eurazeo, Swilux e Torreal il 67,7% Banca Leonardo. Indosuez, che non ha reso noto i dettagli dell'operazione, ha dichiarato che potrebbe salire successivamente fino al 100% del capitale. Paul de Leusse, chief executive officer di Indosuez Wealth Management, ha commentato: “Siamo lieti di aver concluso questo accordo con gli azionisti di Banca Leonardo, forte wealth manager italiano di grande prestigio. L’operazione è coerente con il nostro piano strategico Shaping Indosuez 2020, che prevede altre selezionate acquisizioni nei nostri principali mercati in Europa”.
Gerardo Braggiotti, presidente di Banca Leonardo, ha così commentato l’operazione: “In questo importante giorno per il personale e i clienti di Banca Leonardo, voglio rendere omaggio ai nostri managers e ai nostri team che hanno contribuito alla crescita del profilo della Banca portandola agli attuali livelli: uno dei principali attori del wealth management in Italia”.

Milano, 2 novembre 2017 - CdR Advance Capital S.p.A. annuncia che in data odierna la controllata Advance SIM S.p.A. ha ottenuto da Consob l’autorizzazione alla prestazione del servizio di collocamento. In particolare, Advance Sim ha ottenuto l’estensione dell’autorizzazione alla prestazione del servizio di investimento di cui all’articolo 1, comma 5, del D.Lgs. 24 Febbraio 1998, n.58, lettera c- bis, collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell’emittente, con le seguenti limitazioni operative: “senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi”.  Advance Sim opera principalmente nel campo della finanza straordinaria d’impresa sia nell’ambito delle operazioni di M&A sia nelle operazioni di quotazione e di emissione di bond.
Advance Sim è autorizzata allo svolgimento del ruolo di Nomad per le quotazioni al Mercato AIM di Borsa Italiana e con lo svolgimento del servizio di collocamento completa l’offerta di servizi alle PMI che intondono accedere al mercato borsistico.

2 novembre 2017 - Ubi Banca ha perfezionato la vendita della private bank lussemburghese Ubi Banca International a Efg International, società svizzera di wealth management con sede a Zurigo. L'operazione, annunciata lo scorso aprile, rientra nei piani dell'istituto guidato dal ceo Victor Massiah che puntano a focalizzare le attività sul perimetro core del gruppo. L'ambito della cessione include circa 900 milioni di euro di raccolta diretta e attorno ai 3 miliardi di raccolta indiretta, essenzialmente amministrata. La transazione avviene a distanza di sei mesi dall’integrazione legale e operativa da parte di Esg dell’attività di Bsi in Lussemburgo nel maggio 2017.

Torino, Milano, 1 novembre 2017 - Ersel firma l'accordo per Banca Albertini Syz.  Ersel acquisirà nel 2018 la quota di maggioranza della storica casa milanese, rilevando dal Gruppo SYZ il 64,3% delle azioni attualmente in mano al gruppo bancario svizzero, mentre Alberto Albertini manterrà l’attuale quota del 35,7%. L'operazione - subordinata all’autorizzazione della Banca Centrale Europea, previo parere favorevole della Banca d'Italia - risponde ad una logica di sinergie e affinità, non ultima la presenza e contiguità geografica delle due società, da sempre attente alla vicinanza con la propria storica clientela di grandi famiglie e imprenditori del territorio. Ersel ha il suo baricentro a Torino, Albertini a Milano. La presenza in Italia del Gruppo SYZ tramite la filiale di SYZ Asset Management a Milano aprirà infine spazi di collaborazione fra i due Gruppi nel campo dei Fondi OYSTER e di altri prodotti e servizi di mutuo interesse.

Valeur Asset Management, società indipendente di wealth Management con sede in Lussemburgo, ha aperto la propria branch italiana a Milano in Via dei Bossi 4, affidandone il coordinamento a Riccardo Bellini.  Bellini arriva dal gruppo Azimut dove è stato responsabile della formazione e dello sviluppo della holding, ha coordinato parte della rete di consulenti finanziari ed è stato responsabile dei prodotti e servizi della divisione di Wealth Management.

CFO SIM - Corporate Family Office, intermediario finanziario indipendente focalizzato sull’attività di family office e investment banking, prosegue la propria strategia di crescita avviando la nuova divisione “CFO Private Banking” operativa in tutti i paesi dell’Unione Europea.
Lo comunica la società stessa, sottolineando che ad affiancare i partner di CFO Sim in questa nuova attività è stato chiamato un primo banker, Bart-Jan Verhagen, una figura di comprovata esperienza internazionale avendo lavorato, con una specializzazione private, in aziende del livello di SCM Sim, UBS Italia, Finanzial Reporting Services, Olivetti Holland, MeesPierson del gruppo ABNAMRO e ING Bank.
In CFO Sim, Bart-Jan Verhagen svilupperà la clientela europea High Networth offrendo l’attività di consulenza e di gestione patrimoniale. Nel comunicato si mette in evidenza che con l’inserimento del primo private banker con esperienza internazionale, unitamente all’autorizzazione a operare in tutti Paesi dell’Unione Europea in Libera Prestazione di Servizio, avvenuta nel 2016, CFO Sim si presenta al mercato con un ulteriore livello di professionalità e capacità per allargare, nel breve periodo, la propria offerta alla clientela in tutta Europa.

Ottobre 2017

Veneto Banca e Trinity Investments Designated Activity Company, società di investimento soggetta al diritto irlandese e gestita da Attestor Capital LLP hanno sottoscritto il contratto di cessione della partecipazione di controllo in Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni SpA. (BIM).
Secondo tale accordo e subordinatamente al verificarsi delle applicabili autorizzazioni regolamentari, Trinity si impegna ad acquistare dalla banca in Liquidazione Coatta Amministrativa (LCA) n. 107.483.080 azioni ordinarie BIM pari complessivamente al 68,807% del capitale sociale, oltre alla rimanente partecipazione pari a circa il 2,606% del capitale sociale di BIM che sarà ceduta agli stessi termini e condizioni in via successiva al verificarsi di determinati eventi previsti dal Contratto entro 2 anni dalla data odierna. Il prezzo convenuto per la Partecipazione di Controllo sarà corrisposto come segue: - un prezzo inziale pari a Euro 0,22411 per ogni azione BIM e, pertanto, a complessivi Euro 24.088.033.06, che sarà integralmente corrisposto da Trinity alla LCA al closing della cessione della Partecipazione di Controllo; - un prezzo eventuale e differito (earn-out) da determinarsi in funzione degli utili risultanti dal bilancio consolidato di BIM al 31 dicembre 2021, normalizzati per escludere componenti straordinarie secondo criteri e parametri indicati nel Contratto ("Utili Normalizzati 2021"). Successivamente al closing, per effetto dell'acquisizione della Partecipazione di Controllo, Trinity sarà tenuta a lanciare un'offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle azioni BIM al medesimo prezzo per azione BIM corrisposto alla LCA e, pertanto, ad un prezzo unitario fisso pari a Euro 0,22411 che sarà corrisposto agli azionisti BIM al closing dell'opa, oltre al corrispettivo per azione BIM derivante dall'earnout che maturerà successivamente agli stessi termini e condizioni pattuiti con la LCA.

Lugano - Milano, 18 ottobre 2017 - Banca Zarattini & Co.  e Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. comunicano con piacere che, superate tutte le condizioni sospensive previste, tra cui la autorizzazione della Autorità di Vigilanza svizzera, è stata oggi perfezionata l’operazione di cessione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni (SUISSE) SA (“BIM Suisse”) in favore di Banca Zarattini ad un prezzo di Chf 40,4 mln, suscettibile di un aggiustamento, ad esito del risultato economico e dell’andamento delle masse gestite di BIM Suisse tra il 30 giugno e il 18 ottobre, da determinarsi entro 15 giorni lavorativi da oggi e quantificabile attualmente in una contenuta diminuzione del 2% circa. Nell’ambito della suddetta operazione, come previsto, BIM ha rilevato da BIM Suisse la totalità del capitale azionario di Patio Lugano S.A. per Chf 15,05 mln. A livello consolidato, l’operazione determina un beneficio sul Cet 1 di BIM stimabile in 47 bps.


Settembre 2017

E’ stata concessa ad Attestor l’esclusiva fino al prossimo 20 ottobre per acquistare il pacchetto di controllo relativo a Banca Intermobiliare (Bim), pari al 71% che è attualmente in mano all’ex Veneto Banca in liquidazione. La preferenza di Attestor rispetto a Barents Re era già trapelata ieri ma adesso è arrivata l’ufficializzazione. I commissari liquidatori, incaricati di gestire la cessione di tutti gli asset in capo alle ex banche popolari venete rimaste escluse dal perimetro di acquisizione di Intesa Sanpaolo, hanno deciso di puntare sull’offerta del fondo inglese a discapito del gruppo di riassicurazione lussemburghese Barents Re. Ricordiamo che Veneto Banca nei giorni scorsi aveva diramato un comunicato stampa in cui precisava che si sarebbero state novità sulla vendita entro la fine del mese di settembre.

Londra, 18 settembre 2017 - I CdA di Nextam Partners LTD LTD e Nextam Partners SPA hanno deliberato l'acquisizione di contratti di gestione da Pactum Asset Management LTD, società di gestione del risparmio basata a Londra e guidata da Andrea Brignone. L’operazione riguarda asset per 85 milioni di euro.
Grazie all’acquisizione, Nextam Partners LTD supera la soglia dei 200 milioni di Asset Under Management e oltre 500 milioni di Asset Under Advisory, basati a Londra. A seguito di questa operazione, le risorse di Pactum Asset Management LTD saranno in larga parte acquisite da Nextam Partners LTD che avrà quindi una struttura di nove persone a Londra, tra gestori, analisti e amministrazione.
Il Gruppo Nextam Partners gestisce circa 1.2 bln di AUM e circa 6 bln in advisory, con una struttura di 50 persone tra Milano, Londra e Firenze.

Banca Patrimoni Sella & C. e Schroders hanno siglato una partnership per rafforzare le proprie attività nel wealth management in Italia. L’accordo tra i due gruppi, soggetto all’approvazione regolamentare da parte dell’organo di vigilanza preposto, prevede il conferimento a Banca Sella Patrimoni & C. del ramo italiano del wealth management di Schroders che, in cambio, riceverà una partecipazione azionaria nella banca. A seguito dell’operazione, gli asset di Banca Patrimoni Sella & C. raggiungeranno quota 12 miliardi di euro.I private banker e i gestori di Schroders Wealth Management Italia costituiranno da gennaio 2018 il nucleo centrale di una nuova area di Banca Patrimoni Sella & C. denominata ‘Sella Patrimoni Schroders’. Basata a Milano, la nuova area offrirà ai clienti evoluti servizi di investimento nazionali e internazionali, una piattaforma tecnologica all’avanguardia, oltre, naturalmente, a una vasta gamma di servizi bancari.  Giuseppe Marsi, attuale country head di Schroders Wealth Management in Italia, entrerà nel Gruppo Sella e farà parte del consiglio di amministrazione di Banca Patrimoni Sella & C., mentre Andrew Ross, global head wealth management di Schroders, ne diventerà advisor. Proprio quest’ultimo ha dichiarato che “questa partnership di matrice italo-inglese rappresenta un caso nuovo sul mercato italiano, e siamo particolarmente soddisfatti di poter arricchire un’offerta già così ben consolidata a livello nazionale con le nostre expertise internazionali”. Federico Sella, amministratore delegato e direttore generale di Banca Patrimoni Sella & C. ha aggiunto che con quest’accorto “si apre una nuova fase dello sviluppo della Banca, grazie all’accesso a nuovi mercati ed al rafforzamento significativo dell’offerta che ne derivano, sempre nel contesto di un percorso di innovazione e consolidamento”.


Ubi Banca, ha annunciato il progetto di fusione per incorporazione di Banca Federico del Vecchio, Nuova Banca delle Marche, Nuova Banca dell'Etruria, Nuova Cassa di Risparmio di Chieti e Cassa di Risparmio di Loreto. L'istituto fiorentino di private banking, sei sportelli e circa 600 milioni di raccolta complessiva, controllato da Nuova Banca Etruria, è dunque destinato a scomparire dopo quasi 130 anni di vita (è stato fondato nel 1889), assorbito da Ubi, 1.948 sportelli e oltre 22mila dipendenti, che la scorsa primavera ha rilevato Nuova Banca Etruria. La fusione, come precisa un comunicato, «non produrrà alcun effetto sul numero delle azioni e sul capitale sociale dell'incorporante, dal momento che l'istituto è detenuto al 100%, direttamente o indirettamente, dalla stessa Ubi». L'operazione sarà completata entro giugno 2018.

Ersel, Cassa Lombarda, Banca Profilo e Credit Suisse. Questi i quattro pretendenti in corsa per rilevare la quota di Banca Syz in Banca Albertini Syz. Lo ha riportato il Sole24Ore, aggiungendo che i candidati sarebbero pronti a inoltrare le offerte vincolanti entro il 15 settembre.
La banca svizzera Syz, fondata da Eric Syz e proprietaria del 64,3% dell’istituto italiano specializzato nel private banking e nell’asset allocation, starebbe infatti riflettendo su una cessione, in tutto o in parte, della sua quota azionaria, mettendo così fine all'esperienza italiana, il cui avvio risale a 15 anni fa. L'incarico della cessione della quota è, a quanto pare, stato affidato alla banca d'affari Vitale & Co. Banca Albertini Syz detiene asset per oltre 3 miliardi di euro e una rete di circa 30 professionisti.

Agosto 2017

Intesa Sanpaolo e gli azionisti di Morval Vonwiller Holding SA hanno raggiunto un accordo per la cessione del gruppo svizzero, compresa Banque Morval SA. Questo accordo risponde al disegno strategico di Intesa Sanpaolo di rafforzare la propria presenza sui mercati internazionali nel private banking. La presenza del gruppo Morval Vonwiller sulla piazza di Ginevra permetterà in tal modo alla Divisione Private Banking di Intesa Sanpaolo, già operativa a Lugano, Londra e in Lussemburgo, di espandere ulteriormente il proprio raggio d’azione fuori dai confini nazionali. Al termine dell’operazione, il gruppo Morval Vonwiller potrà trarre beneficio dalla solidità e dalla capacità finanziaria di Intesa Sanpaolo. Tale iniziativa, porterà importanti vantaggi anche ai dipendenti e ai clienti del gruppo svizzero, grazie alla combinazione del ruolo di boutique attiva nel private banking internazionale di Banque Morval con lo status di primaria istituzione finanziaria europea di Intesa Sanpaolo. La famiglia Zanon di Valgiurata (fondatori di Morval Vonwiller Holding SA) rimarrà azionista di minoranza tramite i suoi componenti ad oggi impegnati nella gestione operativa del gruppo, manager che continueranno ad occupare posizioni manageriali di
rilievo. L’operazione è condizionata all’ottenimento delle previste autorizzazioni.

Warburg Pincus, Jc Flowers (ex proprietario di Equita), Barents Re (riassicurazione fattasi avanti su San Miniato), Kkr (acquirente degli integratori Nature's Bounty) e Attestor (salvatore di Stefanel). Secondo quanto riportato da Il Messaggero sarebbero queste le cinque realtà in corsa per l'acquisizione di Banca Intermobiliare (BIM). Entro il prossimo 28 agosto dovranno essere consegnate delle offerte vincolanti a Lazard, advisor dei commissari straordinari. In gioco c'è il 74% della banca private di Veneto Banca. Chi si aggiudicherà questa volata finale dovrà poi lanciare l'opa sulla quota residua.  Al momento non ci sono indicazioni precise sulle singole offerte ma sembrerebbe che tutti i pretendenti abbiano applicato valutazioni più basse rispetto al valore corrente di BIM.

Secondo indiscrezioni di stampa, Intesa Sanpaolo si preparerebbe all'acquisizione di Banque Morval, banca svizzera con 3,275 miliardi di franchi svizzeri di asset under management a fine 2015 e di proprietà della famiglia Zanon di Valgiurata. L'operazione potrebbe avere un valore di 150-200 milioni di euro e concludersi già entro la fine dell'anno.Milano/Ginevra, 23 agosto 2017 –
Banca Zarattini e Banca Intermobiliare hanno sottoscritto un accordo per la compravendita del 100% del capitale di BIM Suisse detenuto da BIM. Il prezzo concordato per la cessione della partecipazione è pari a 40,4 milioni di franchi svizzeri. Il prezzo provvisorio è soggetto ad un aggiustamento, tra signing e closing, in aumento o diminuzione, sulla base del risultato economico e dell’andamento delle masse della società tra il 30 giugno 2017 e il closing. Sulla base del prezzo provvisorio e dei dati al 30 giugno 2017, l’operazione determinerebbe un impatto positivo per il CET1 consolidato di Banca Intermobiliare pari a 47 punti base, dal 10,74% al 11,21%. L’operazione prevede, inoltre, l’avvio di una nuova partnership commerciale tra Banca Intermobiliare e Banca Zarattini.

Maggio 2017

Roma, 5 maggio 2017 - La Banca d'Italia, con provvedimento del 26 aprile 2017 ai sensi dell’art. 79, comma 4
del TUB, ha avviato il procedimento per la chiusura della succursale italiana della BSI EUROPE e vietato alla stessa di intraprendere nuove operazioni. In conseguenza di ciò, tale succursale potrà esclusivamente effettuare operazioni al fine di consentire alla clientela il ritiro delle proprie disponibilità o il trasferimento delle stesse presso altri intermediari. La Banca d'Italia ha adottato tale provvedimento a seguito di verifiche ispettive, condotte dal 3 al 14 ottobre 2016, dalle quali sono emerse gravi violazioni alla normativa in materia di antiriciclaggio, con rischio di reiterazione delle irregolarità.

Aprile
2017

In data odierna,4 aprile 2017,  ottenute le necessarie autorizzazioni - è stata perfezionata l’acquisizione del 50% di Banca Esperia annunciata in data 17 novembre 2016.
L’acquisto si inquadra nella strategia di sviluppo del Gruppo Mediobanca nel segmento Private (divisione Wealth Management, “WM”) e MidCap (divisione Corporate & Investment Banking, “CIB”), attività specialistiche ad elevata redditività la cui crescita, unitamente a quello del Consumer Banking (“CB”) rappresenta l’asse portante del Piano triennale approvato lo scorso novembre 2016.
In questa evoluzione assume ruolo prioritario la divisione Wealth Management, che intende sviluppare le ambizioni del Gruppo Mediobanca nell’offerta di prodotti e servizi di gestione del risparmio a tutti i clienti del Gruppo, con particolare focalizzazione sul segmento“Affluent & Premier” (CheBanca!) e sul segmento Private & HNWI (Banca Esperia, Spafid e CMB). Verrà creata una nuova fabbrica prodotto di Gruppo, che integrerà le competenze già presenti nel segmento private e istituzionale (Banca Esperia, CMB, Cairn Capital).
La divisione WM beneficerà di interessanti opportunità di crescita derivanti dall’integrazione delle tre acquisizioni chiuse nell’ultimo anno (Cairn Capital, Barclays, Banca Esperia);  delle positive tendenze di mercato quali la crescente polarizzazione della ricchezza, l’elevata propensione al risparmio delle famiglie italiane, il fabbisogno crescente di “protezione” da parte dei risparmiatori;  da eventuali ulteriori acquisizioni.
L’integrazione di Banca Esperia nel Gruppo Mediobanca consentirà al Gruppo di:
Riformulare l’offerta dei servizi di Private Banking in Italia, creando il nuovo marchio Mediobanca Private Banking
Potenziare la piattaforma dei servizi alla clientela Mid-Corporate nell’ambito delle attività CIB: i 75 bankers e le 12 filiali lavoreranno contestualmente a servizio dello sviluppo delle attività di gestione e della piattaforma di MidCap
Potenziare l’offerta integrata di Gruppo: sinergie saranno conseguite con Spafid per la gestione dei servizi fiduciari, con CheBanca! per i prodotti bancari tradizionali, con Mediobanca AM per l’estensione al Gruppo dei servizi offerti dalla fabbrica prodotto di Esperia (Duemme SGR).
Conseguire importanti sinergie di costo: nell’arco dei tre anni sono stimati risparmi pari al 20% della base costi di Banca Esperia (circa €15m).


Febbraio 2017

24 febbraio 2017 - Spafid, la fiduciaria storica di Mediobanca, oggi piattaforma di servizi amministrativi (non bancari) a privati ed imprese canalizzati tramite una rete di selezionati partner bancari e professionali, ha rilevato nei giorni scorsi il ramo di azienda fiduciario di Deltaerre, società di professionisti con sede a Padova (168 clienti per circa 38 milioni di euro di masse). Deltaerre, tradizionalmente radicata nel Triveneto, ha affiancato per oltre 40 anni il mondo delle professioni e delle imprese, anche con servizi di organizzazione aziendale e revisione contabile.

Intesa Sanpaolo rinuncia alle Generali. La banca guidata da Carlo Messina ha completato la sua analisi su Generali e non ha individuato opportunità di combinazioni industriali che permettano di continuare a creare e a distribuire valore per gli azionisti e a mantenere la leadership di adeguatezza patrimoniale - Perciò la crescita di Intesa sarà per vie interne e punterà soprattutto sul wealth management.

Banche, il dl 'salva risparmio' è legge, 20 mld per settore credito.  Ecco cosa prevede il decreto legge banche.
FONDO: Avrà una dotazione di 20 miliardi di euro per l'anno 2017, che serviranno a coprire gli oneri delle operazioni di: sottoscrizione e acquisto di azioni effettuate per il rafforzamento patrimoniale; garanzie concesse dallo Stato su passività di nuova emissione; erogazione di liquidità di emergenza a favore dei gruppi bancari italiani.
GARANZIA: Lo Stato potrà garantire le passività delle banche che hanno sede legale in Italia ed i finanziamenti erogati discrezionalmente dalla Banca d'Italia alle banche italiane per fronteggiare gravi crisi di liquidità.
ACQUISTO: Il ministero è quindi autorizzato a sottoscrivere o acquistare azioni di banche italiane, o di società italiane capogruppo di gruppi bancari che presentano esigenze di rafforzamento del proprio patrimonio, in relazione a una prova di stress.

21 febbraio 2017 - CFO SIM - Corporate Family Office, intermediario finanziario indipendente milanese, prosegue la strategia di crescita dimensionale per linee esterne e acquisisce da Arianna SIM un portafoglio di oltre 5.000 contratti di investimento per un totale di 360 milioni di Euro di valore. Gli ex clienti di Arianna SIM, dipendenti ed ex dipendenti dei Gruppi Eni Saipem Snam Retegas e Italgas, avranno a disposizione l’esperienza e la professionalità di un intermediario indipendente che dal 2001 opera nel risparmio amministrato e gestito e condizioni particolarmente vantaggiose.  Con questo nuovo progetto CFO SIM, già presente a Milano, Pordenone e Brescia, amplia la propria
copertura geografica aprendo nuovi uffici a Roma, San Donato Milanese e Porto Marghera al fine di assistere i Clienti che operano o hanno operato nei gruppi ENI, Saipem, Snam e Italgas.
Il Gruppo CFO apre così il 2017, dopo un 2016 in cui ha ottenuto l’autorizzazione a operare in tutti Paesi dell’Unione Europea e la qualifica Nomad di Borsa Italia per il mercato AIM Italia, con patrimoni per 1.700 milioni di Euro e oltre 7.000 clienti.

L’8 febbraio 2017 la Consob ha autorizzato Spafid Family Office Sim all'esercizio dei servizi di investimento "senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa".

Gennaio 2017

La società di gestione ginevrina DECALIA Asset Management ha acquisito Astor Investment Advisors SIM SpA, società milanese operante nel settore della gestione istituzionale. Grazie alla recente acquisizione, DECALIA potrà non solo radicarsi sul mercato italiano, ma anche aprire nuove sedi in Europa grazie al passaporto europeo. Oltre all’attività di base, Astor amplierà la sfera d’azione dedicandosi alla gestione patrimoniale privata e alla distribuzione dei fondi DECALIA. Astor è stata fondata nel 2008 da Francesco Marini Clarelli e da Jody Vender. Quest’ultimo, fondatore della Sopaf, fra le più importanti società finanziarie italiane negli anni Ottanta e quotata in Piazza Affari, fu pioniere nel private equity e nel venture capital italiano, operante anche nell’investment banking e nell’immobiliare. La Astor cambierà nome e diventerà Decalia Asset management Sim Spa. I due finanzieri italiani, anche dopo aver venduto, continueranno a occuparsi della società. Sono infatti gli stessi nuovi proprietari svizzeri a volersi avvalere della loro opera. La società sarà anche rilanciata perché i sei attuali collaboratori diventeranno nel prossimo futuro una decina. Decalia amplierà anche la sfera d’azione dedicandosi alla gestione patrimoniale.

Dicembre 2016

29 dicembre - Banca Valsabbina prosegue la sua crescita e annuncia oggi il closing per l'acquisizione da Hypo Alpe Adria Bank di 7 sportelli localizzati a Bergamo, Brescia (2), Verona, Vicenza, Schio e Modena. L'operazione prevede anche la salvaguardia di 33 posti di lavoro. Sempre in data odierna, la banca bresciana ha inoltre annunciato di aver acquisito un portafoglio di mutui performing da Hypo Alpe Adria del valore di circa 120 milioni di euro.

21 dicembre - Ubs France, societa' francese del gruppo bancario svizzero Ubs, ha annunciato la sigla di un accordo per l'acquisto di Banca Leonardo France, prima della creazione di una joint venture con la societa' in investimento La Maison, specializzata nel private banking. Prima di tutto Ubs France comprerà il 100% di Banca Leonardo France, successivamente sarà creata una nuova entità specializzata nella gestione di attivi, dedicata alla clientela privata, si precisa in una nota, aggiungendo che la nuova società nascerà con l'unione di Ubs Asset management France e Ocea France, la società di gestione di Banca Leonardo France, arrivando così a 4 miliardi di euro di attivi gestiti. La società prenderà il nome di "La Maision de gestion" e sarà detenuta a maggioranza da Ubs France e vedrà come azionisti di minoranza La Maison e alcuni suoi soci, come il gruppo Dassault, Michel David-Weill e Carlo de Benedetti. Gli attuali vertici di La Maison, Marc Levy e Michel Cicurel, saranno responsabili della gestione della società, mentre il numero uno di Ubs Francia, Jean-Frederic de Leusse, siederà  nel consiglio in qualità di vice presidente.

Novembre 2016


17 novembre 2017 -Mediobanca ha raggiunto un accordo con il gruppo Mediolanum per l'acquisto del 50% di Banca Esperia che non è ancora nelle sue mani, per 141 milioni. Come spiega Mediobanca, l'acquisto si inquadra nella strategia di sviluppo del gruppo nel segmento private (wm) e midcap (cib) che costituiscono due filoni principali del piano 2016-2019 approvato ieri dal consiglio di amministrazione. L'integrazione di Esperia consentirà a Mediobanca di riformulare l'offerta dei servizi di private banking in Italia, creando il nuovo marchio "Mediobanca Private Banking". Sarà inoltre potenziata la piattaforma dei servizi alla clientela mid-corporate nell'ambito delle attività cib. Previste anche "importanti sinergie di costo": l'acquisto del 50% di Esperia non ancora posseduto comporta un assorbimento di circa 25 punti base di capitale (cet1) per il 60%, che deriva dal consolidamento dei residui rwa, pari a circa 650 milioni di euro. Dal punto di vista strategico, il piano punta sulla trasformazione in un gruppo bancario diversificato: accento sulla nuova divisione wealth management e in generale sul far crescere le attività bancarie ad elevata redditività, che porteranno il risultato operativo a 1 miliardo di euro (da 0,7 miliardi), con una crescita meda annua del 10%. Previste cessioni azionarie per 1,3 miliardi di euro, inclusa la riduzione della partecipazione in Generali al 10% dall'attuale 13%. "Siamo pronti a una maggiore discesa, se ci sono opportunità di crescita", ha aggiunto l'ad Alberto Nagel.  Il wealth management di nuova costituzione che raggruppa le attività di risparmio gestito a favore della clientela affluent & premier, facente capo a Chebanca, private & hnwi, facente capo in Italia a Banca Esperia (ora posseduta al 100%) e Spafid, a Monaco a Compagnie Monègasque de Banque. La divisione comprende, inoltre, Mediobanca asset management. Alle divisioni relative all'attività propriamente bancaria si aggiungono i settori di principal investing e le funzioni di holding.

Il 15 novembre 2016 è stato inaugurato a Ferrara in Palazzo Roverella il nuovo centro di Wealth Management & Private Banking della Cassa di Risparmio di Cento. Il taglio del nastro avverrà alla presenza del Presidente di Caricento Carlo Alberto Roncarati, del Direttore Generale Ivan Damiano e del Responsabile del Servizio di Wealth Management & Private Banking Stefano Ascanelli. Il nuovo Centro di Wealth Management & Private Banking di Caricento si pone l’obiettivo di soddisfare le esigenze di clientela di elevato standing, fornendo servizi di consulenza su misura: dalla protezione e preservazione del patrimonio di famiglia sotto il profilo finanziario e giuridico, tramite servizi di wealth planning e protection, per estendersi alla valorizzazione e pianificazione degli investimenti, fino all’assistenza e all’amministrazione fiscale, successoria e gestionale in ottica globale e unitaria dell’intero patrimonio pluribancarizzato facente capo ad un nucleo familiare.

Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking archivia i primi nove mesi dell’anno con un utile netto a 585 milioni, sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con una raccolta netta che sfiora i 6 miliardi di euro, in crescita del 5% rispetto ai primi nove mesi del 2015. A fine settembre le masse amministrate ammontano a 192 miliardi con una crescita del 2% rispetto alla fine del 2015. Le commissioni nette sono state pari a 1,14 miliardi con un +2% sull’analogo periodo dello scorso anno.

Ottobre 2016

Ad ottobre 2016 Lombard Odier inaugura la struttura italiana di private banking, guidata da Massimiliano Sorbi. "L'obiettivo è di costruire una squadra snella, che a regime conterà 15/20 senior banker, basati a Milano e 6/7 specialisti in tema di wealth management. A questi si aggiungeranno quattro o cinque professionisti con contratto di agenzia, dedicati a presidiare alcune aree importanti del Paese", ha dichiarato Sorbi, entrato in Lombard Odier nel 2010 per dirigere la succursale di Lugano, prima di diventare, dal 1° settembre, direttore della branch italiana.

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. - riunitosi in data 18 ottobre 2016 a seguito dell'Assemblea dei Soci - ha provveduto a:
Nominare Presidente del Consiglio di Amministrazione Maurizio Lauri;
Nominare Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione Giampaolo Provaggi;
Nominare Consigliere con deleghe Giorgio Girelli.

17 ottobre 2016 - Spafid, società del Gruppo Mediobanca, annuncia l’acquisizione di Fider Srl, nota fiduciaria milanese facente capo agli avvocati Luca Arnaboldi e Alberto Rittatore Vonwiller ed ai Commercialisti Paolo Baruffi, Gilberto Comi e Andrea Rittatore Vonwiller (tutti partner dello studio Carnelutti). Parallelamente prende avvio una stretta collaborazione tra Spafid e lo Studio Carnelutti, per offrire alla rispettiva clientela una più ampia varietà di servizi professionali a loro dedicati. Acquisto del 50% di Banca Esperia da Mediolanum, crescita attraverso le acquisizioni (per le quali ha 1 miliardo da spendere), acceleratore pigiato sul wealth management, la gestione dei patrimoni delle famiglie o degli imprenditori più abbienti. E' il succo del nuovo piano di Mediobanca, l'istituto un tempo crocevia della finanza nostrana e ora in piena trasformazione verso un modello meno legato al capitalismo di relazione all'italiana. Il piano di Mediobanca trova generalmente positivi gli analisti, anche se in Borsa il titolo scivola ma più che altro per la giornata difficile del comparto finanziario.


Agosto 2016

Si è concluso venerdì 26 agosto l’acquisizione delle attività retail di Barclays in Italia da parte del Gruppo Mediobanca, attraverso la sua controllata CheBanca!. In dettaglio, CheBanca! ha acquisito da Barclays un selezionato ramo d’azienda costituito da: - 220 mila clienti retail, di cui oltre 50 mila nella fascia “premium”¹ - raccolta diretta per €2,9 miliardi - raccolta indiretta per €2,9 miliardi, di cui €2,0 miliardi di risparmio gestito - mutui residenziali per €2,5 miliardi, tutti in bonis ed allineati agli elevati standard qualitativi di CheBanca! - 85 filiali sul territorio - 564 dipendenti appartenenti all’area commerciale retail e 68 promotori finanziari. La transazione ha previsto la corresponsione da parte di Barclays a CheBanca! di €240,5 milioni a compendio di un ramo di azienda in pareggio, con attività e passività bilanciate.

Giugno 2016
Ubs, come riportato dal periodico svizzero Handelszeitung, vuole creare un nuovo ramo europeo nella gestione di patrimoni, raggruppando varie entità nell’area Ue. La sede del nuovo ramo che si dovrebbe chiamarsi Ubs Europe, dovrebbe essere a Francoforte, con partenza prevista nel quarto trimestre di quest’anno.
Ubs Europe dovrebbe inglobare le unità di wealth management in Lussemburgo, Italia, Spagna, Olanda e Germania. Inoltre, il nuovo ramo dovrebbe avere una presenza in Austria, Danimarca, Irlanda e Svezia. L’obiettivo dell’operazione è anche quello di utilizzare un’unica licenza bancaria, evitando le autorizzazioni per ogni singolo mercato, grazie al quale si risparmierebbero fino a 100 milioni di franchi all’anno.

Aprile 2016

Julius Baer si porta all'80% di Kairos (dal 19,9% acquisito nel 2013) e completa la prima fase del progetto che prevede che la banca elvetica ricollochi sul mercato azionario italiano una quota di minoranza della società. Paolo Basilico, presidente e amministratore delegato di Kairos, continuerà insieme agli altri partner e all'attuale team manageriale a gestire le attività del gruppo in maniera indipendente, si legge in una nota che sottolinea che il management manterrà una quota rilevante anche post quotazione.

5 aprile 2016 - Spafid, fiduciaria del Gruppo Mediobanca, rafforza la propria presenza territoriale aprendo una filiale a Verona. Dal primo aprile la Società ha rilevato le attività di Consulfiduciaria - fiduciaria storica di professionisti veronesi - promossa e guidata negli anni dai soci di riferimento dello Studio Mercanti Dorio e Associati.
Lo Studio Mercanti Dorio e Associati, che ha uffici anche a Milano, Bergamo e Lugano.

Marzo
2016

Il vicepresidente e consigliere di Banca Intermobiliare Pietro D'Aguì ha rassegnato le dimissioni con efficacia immediata per motivi personali. Lo dice una nota della banca, di cui D'Aguì possiede ad oggi il 9,05%.
D'Aguì aveva presentato l'anno scorso, in cordata con altri imprenditori, un'offerta per rilevare Banca Intermobiliare da Veneto Banca, ma l'operazione era stata bloccata dalla Bce.

Febbraio 2016

Il gestore patrimoniale EFG International rileva la banca BSI per un importo di 1,33 miliardi di franchi. Nasce così il quinto istituto bancario privato in Svizzera. Gestirà attivi per 170 miliardi di franchi. Obiettivo dell'operazione: rafforzare la competitività nel private banking a livello internazionale. La nuova entità, che inizialmente opererà con il nome EFG-BSI, avrà sede a Zurigo, ma continuerà ad essere presente a Ginevra e a Lugano. Attualmente la BSI impiega circa 1900 dipendenti, di cui quasi la metà in Svizzera, mentre l'EFG International, controllata dalla famiglia di armatori greci Latsis, ne conta circa 2200.

Secondo MF, Banca Fideuram, divisione private bank del gruppo Intesa Sanpaolo, starebbe valutando l'acquisto di Banca Intermobiliare attualmente controllata da Veneto Banca.

La Ue rinvia MIFID 2 al 2018. La Commissione europea ha annunciato ieri, 10 febbraio, che le aziende finanziarie, istituti di credito e fondi d’investimento, avranno un anno in più per prepararsi alle nuove regole di mercato relative ai diversi strumenti finanziari oggi esistenti. La direttiva, nota con l’acronimo inglese MiFID 2,  entrerà quindi in vigore il 3 gennaio 2018.

Gennaio 2016

Crédit Agricole Private Banking, uno dei grandi player mondiali nel settore del Wealth Management, annuncia l’aggregazione delle sue attività in Europa, Medio Oriente, Asia-Pacifico e Americhe in una nuova organizzazione, sotto il brand Indosuez Wealth Management, marchio globale della divisione Wealth Management del gruppo Crédit Agricole. Il nome Indosuez nasce da una storia prestigiosa, le cui origini risalgono alla creazione della Banque de l’Indochine, nel 1875. Da allora, Indosuez Wealth Management ha saputo costruire una solida reputazione presso le famiglie e gli imprenditori di tutto il mondo, grazie a servizi di consulenza su misura e a soluzioni di investimento all’altezza delle esigenze della clientela. Oggi, Indosuez Wealth Management è presente in 14 paesi e gestisce dalle sue 30 sedi locali un patrimonio totale di 110 miliardi di euro per conto di una clientela internazionale HNWI e UHNWI.(dati al 31/12/2015).

Secondo indiscrezioni di stampa il colosso inglese Schroders potrebbe acquistare il 70% di Banca Leonardo, lasciando agli attuali azionisti il 30%, con un’opzione per acquistare la ulteriore quota.

La svizzera Banque Heritage ha annunciato di aver rilevato una quota di maggioranza dell'asset manager Meridian Wealth Management, basato a Losanna. "Meridian ha attualmente uno staff di tre professionisti, ma ha l'ambizione di diventare una piattaforma per altri asset manager indipendenti. Attualmente la società gestisce un patrimonio di 80 milioni di franchi svizzeri e ha chiuso il 2015 in attivo", ha spiegato in una nota Banque Heritage.

La banca svizzera Leodan Privatbank AG chiuderà i battenti dopo aver raggiunto un accordo da 500mila dollari con il Dipartimento della giustizia Usa, per evitare di finire sotto processo per aver aiutato alcuni clienti americani a evadere le tasse. Ma un portavoce dell'istituto ha negato qualsiasi collegamento tra le due vicende e ha dichiarato, secondo quanto riferisce la Reuters, che l'accordo con le autorità Usa "non ha influito sulla decisione. Siamo solo troppo piccoli per essere indipendenti". Il portavoce ha aggiunto che Leodan, che gestiva circa 500 milioni di franchi svizzeri, aveva avviato trattative con una banca svizzera privata di media taglia


Dicembre 2015

3 dicembre (Reuters) - Mediobanca e Barclays Bank hanno raggiunto un accordo che prevede l'acquisizione da parte di CheBanca! di un selezionato perimetro di attività retail di Barclays in Italia, secondo una nota. La transazione prevede la corresponsione da parte di Barclays a CheBanca! di 237 milioni di euro a compendio di un ramo di azienda con attività e passività bilanciati. Il consolidamento di 1 miliardo di maggiori attivi a rischio ponderati comporterà un assorbimento di capitale di circa 20 punti base, ammontare che verrà gradualmente recuperato dallo sviluppo degli utili post integrazione e dall'utilizzo dei fondi ricevuti, spiega il comunicato. L'impatto sull'eps del gruppo Mediobanca sarà neutro al primo anno di consolidamento essendo il ramo d'azienda acquisito in pareggio operativo, positivo negli anni successivi. Il ramo d'azienda acquisito è costituito da: 220 mila clienti retail, di cui oltre 50 mila nella fascia "premium"; mutui residenziali per 2,9 miliardi senza sofferenze ed allineati agli standard qualitativi di CheBanca!; raccolta diretta per 3 miliardi; raccolta indiretta per 3,1 miliardi, di cui 2,1 miliardi di risparmio gestito; 89 filiali; circa 550 dipendenti appartenenti all'area commerciale retail e 70 promotori finanziari.

Novembre 2015

27 novembre. BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI - - BIM Alla luce dell'evoluzione degli eventi, Veneto Banca comunica di aver ricevuto indicazione da BSI Sa circa l’impossibilità, allo stato, di definire tempistiche certe per la prosecuzione delle discussioni per la possibile operazione relativa a Banca Intermobiliare. BSI sa, pur confermando l’interesse strategico per l'operazione, e volendo lasciare aperto il dialogo con Veneto Banca, non ritiene attualmente di poter richiedere un’ulteriore estensione del periodo di esclusiva. Il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca comunica quindi di aver disposto di riavviare i contatti anche con altri potenziali acquirenti, sia a livello nazionale che internazionale.

16 novembre. Ubs Group, tramite la propria divisione italiana di Wealth Management Ubs Italia, ha siglato un accordo per l'acquisizione di un ramo di azienda da Santander Private Banking Italia che include 2,7 miliardi di euro di asset in gestione, l'intero team di private banker e il personale di supporto. L'operazione, spiega una nota, verrà perfezionata nel primo trimestre del 2016 subordinatamente alle autorizzazioni regolamentari e al verificarsi di alcune abituali condizioni sospensive. Con sede a Milano, Santander Private Banking Italia fornisce consulenza finanziaria e soluzioni di investimento a clientela 'high net worth' e a gruppi familiari. Oltre ai servizi di wealth management, l'offerta comprende prodotti e servizi bancari, prestiti e mutui. Al 30 settembre 2015, Santander Private Banking Italia operava attraverso 6 filiali site a Milano, Varese, Brescia, Roma, Napoli e Salerno.
Le attività acquisite saranno integrate in Ubs Italia e contribuiranno a rafforzare la presenza di Ubs Wealth Management nel Paese.

Settembre 2015

Mercoledì 16 settembre, la Consob, su istanza della società, ha revocato l’autorizzazione di FOUR PARTNERS ADVISORY SIM S.p.A all’esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti e ha cancellato la società dall’albo delle SIM. Four Partners Advisory era iscritta all’albo delle SIM dal 2009.

BSI è ora ufficialmente brasiliana. Il gruppo brasiliano BTG Pactual ha annunciato oggi di aver finalizzato con successo l'acquisizione di BSI per 1,25 miliardi di franchi. L'acquisizione, si legge in una nota diramata dalla stessa BSI, permetterà al gruppo brasiliano di stringere una partnership con una piattaforma di private banking leader a livello internazionale per dare vita a un gruppo con patrimoni in gestione pari a 186,5 miliardi di dollari e 5.400 collaboratori dislocati in 29 paesi.
Il marchio BSI sarà mantenuto e BSI, che è presente nei principali centri finanziari in Europa, America Latina, Medio Oriente e Asia, diventerà la piattaforma globale di "wealth management" e "private banking" di BTG Pactual.
Da segnalare infine che, con il positivo completamento dell'acquisizione, Alfredo Gysi ha deciso di lasciare la sua attuale carica di presidente del Consiglio di Amministrazione (rimarrà però presidente onorario): al suo posto, già a partire da domani, mercoledì 16 settembre, ci sarà Joseph Rickenbacher.

La banca Vontobel rileva da Italimmobiliare la Finter Bank Zürich, con uffici a Zurigo e in Ticino.
Il prezzo di acquisto ammonta a circa l'1,1% del patrimonio gestito da Finter più il valore contabile derivante principalmente dall'eccedenza di capitale, si limita a indicare una nota pubblicata stamane dalla banca zurighese. Più esplicita Italmobiliare, la holding industriale e finanziaria della famiglia italiana Pesenti: un suo comunicato precisa che l'operazione "valorizza l'intera partecipazione a circa 80 milioni di franchi svizzeri e genererà una plusvalenza di circa 50 milioni di franchi. I valori definitivi saranno fissati dopo eventuali adeguamenti relativi all'andamento delle masse gestite nei prossimi mesi".
Finter, 65 collaboratori in totale, offre servizi di private banking a clienti domiciliati in Svizzera e in Italia e amministra un patrimonio in gestione di circa 1,6 miliardi di franchi.

Luglio 2015

Invest Banca annuncia il closing dell’operazione di acquisto delle azioni di Millennium Sim detenute dagli azionisti di minoranza. L’operazione ha riguardato l’acquisto del 37,22% del capitale sociale, per un controvalore totale di quasi 2 milioni di euro. Alla luce di tale iniziativa, il capitale sociale della Sim detenuto da Invest Banca sale al 97,22%; il restante 2,78% è posseduto dalla stessa Millennium Sim.
L’iniziale 60% di Millennium Sim era stato rilevato da Invest Banca nella seconda metà del 2013 dalla Cassa di Risparmio di Bolzano; l’operazione aveva portato la banca di Empoli ad assumere il controllo della società, molto conosciuta ed apprezzata sul mercato per l’attività di trading online.

Il Cda Carige, considerata anche l'importanza di valutare adeguatamente l'attività nel private banking usufruendo del marchio di Banca Cesare Ponti, non ha accettato l'offerta di Banca Finnat per l'acquisizione della società. Carige ha quindi deliberato di non considerare più Cesare Ponti tra gli asset in vendita, con l'obiettivo di meglio definire lo sviluppo di un suo ruolo quale banca private del gruppo. Prosegue poi la trattativa con Apollo per la cessione di Creditis.

Definito l’assetto organizzativo della nuova società FIDEURAM – Intesa Sanpaolo Private Banking, in breve, FIDEURAM S.p.A. Matteo Colafrancesco, presidente; Franca Cirri Fignagnani vice-presidente e Paolo Molesini amministratore delegato e direttore generale della società. In Fideuram Spa Antonello Piancastelli assume il ruolo di condirettore generale. A lui resta affidata anche la direzione generale di Sanpaolo Invest. Andrea Chioatto è nominato condirettore generale, Gianluca La Calce mantiene le cariche di a.d. e d.g. di Fideuram INvestimenti e a.d. di Fideuram AM Irleand. Saverio Perissinotto è stato nominato direttore generale di Intesa Sanpaolo Private Banking. Con più di 187 miliardi di euro di masse in gestione e oltre 135 miliardi di masse su clientela private, FIDEURAM – Intesa Sanpaolo Private Banking rappresenta la quarta private bank nell’eurozona.
Nel dettaglio, le società che fanno parte di FIDEURAM – Intesa Sanpaolo Private Banking sono:
Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. - Sanpaolo Invest SIM S.p.A. - Fideuram Investimenti SGR S.p.A.
Fideuram Asset Management (Ireland) Ltd - Intesa Sanpaolo Private Bank (Suisse) S.A. - Fideuram Bank (Luxembourg) S.A. - SIREFID S.p.A. - Fideuram Fiduciaria S.p.A. - Financière Fideuram S.A. Euro – Trésorerie S.A.
Fideuram Vita S.p.A., partecipata al 19,99%.

Banca Monte dei Paschi di Siena ha inaugurato il nuovo centro private banking siciliano a Canicattì, in Piazza IV Novembre.  Il nuovo centro private banking sarà guidato da Fabio Pilato e seguirà le province di Agrigento, Enna e Caltanissetta.

Maggio 2015

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Sigieri Diaz della Vittoria Pallavicini, fondatore della holding di investimenti Global Wealth Management, congiuntamente al fratello Moroello Diaz della Vittoria Pallavicini e a Luca Rovati, esce dalla compagine azionaria e lascia la carica di presidente. La quota dei tre uscenti, pari all'80%, si legge in un comunicato, viene rilevata da Peter Sartogo, socio dal 2005. La decisione di lasciare GWM "nasce dalla necessità di dedicarsi pienamente ad Armonia Sgr, nuovo progetto italiano di private equity in attesa di autorizzazione da parte di Banca d'Italia". GWM ha diversi rami: wealth management, real estate, energie rinnovabili (ha una quota della danese Greentech), corporate governance (Sodali).

Aprile 2015

Milano 30 aprile 2015 -Unione Fiduciaria acquisisce le attività di UBI Fiduciaria e consolida la sua leadership in Italia. Ubi Fiduciaria è tra le prime venti fiduciarie del Paese amministrando masse per circa un miliardo di Euro e fa parte di UBI Banca, terzo gruppo bancario commerciale per capitalizzazione di borsa.
Si tratta di un’operazione rilevante che permette ad Unione Fiduciaria di consolidare il suo primato nel mercato italiano portando il valore delle sue masse amministrate a oltre 13 miliardi di Euro. Con l’operazione il personale e i mandati fiduciari di UBI Fiduciaria passeranno a Unione Fiduciaria.


CA Indosuez Wealth Management ha aperto i propri uffici in Italia, in Piazza Cavour a Milano, il 9 dicembre 2014. Branch di Crédit Agricole Private Banking dedicata alla gestione dei grandi patrimoni italiani, CA Indosuez Wealth Management completa l’ampia offerta del Gruppo Crédit Agricole in Italia.

Banca del Piemonte apre la sua prima filiale fuori dalla regione dove è nata oltre cento anni fa. Dal 20 di questo mese, l'Istituto torinese diventa operativo anche a Milano con una sede dedicata principalmente alle attività "corporate, private e wealth management". Della squadra destinata alla filiale di Milano fa parte, con responsabilità di Private Banking, anche la figlia di Camillo Venesio, Carla, componente del Consiglio di Amministrazione della Banca del Piemonte insieme con il fratello Matteo.

Banca del Fucino apre nel cuore del quartiere romano Parioli-Pinciano, in Via Po 23, la sua prima filiale interamente dedicata ai clienti private. L’operatività della filiale rafforzerà l’attività della divisione private, basata nel palazzetto Baschenis Borghese di Via Tomacelli 107 e avviata lo scorso ottobre, con l’obiettivo di offrire ai clienti con elevate disponibilità tutti i servizi di governance familiare e degli investimenti e una consulenza avanzata anche in ambito fiscale, legale, immobiliare ed artistico.

Marzo 2015

L’istituto bancario svizzero Union Bancaire Privée (UBP) ha siglato l'accordo utile per rilevare Coutts International, la divisione del private banking che Royal Bank of Scotland (RBS) aveva deciso di vendere alla fine del 2014 e per l’acquisizione della quale era stato indicato pure l'interesse della banca italiana Intesa Sanpaolo, oltre che dell’elvetica Julius Bär.
Non sono stati resi noti al momento i dettagli finanziari della transazione, il cui importo si dovrebbe aggirare in ogni caso attorno ai 500 milioni di franchi.

Brady W. Dougan si dimette da ceo di Credit Suisse, mettendo fine a uno dei più lunghi mandati alla guida del colosso svizzero. Lo ha annunciato oggi la stessa banca, precisando che l’americano Dougan, 55 anni, a capo del gruppo dal 2007, prima della crisi finanziaria, lascerà il posto a Tidjane Thiam, 52 anni, attualmente a capo della compagnia assicurativa britannica Prudential.

Febbraio 2015

6 febbraio 2015. La banca privata ginevrina Pictet ha reso noto oggi i dati provvisori per l'esercizio 2014. Gli attivi in gestione sono in crescita di 44 miliardi di franchi su un anno a 435 miliardi di franchi e l'afflusso netto di nuovi fondi sull'insieme dell'esercizio è di 17 miliardi. Nel corso dell'esercizio chiusosi il 31 dicembre 2014, il gruppo Pictet, che impiega oltre 3600 persone, ha realizzato ricavi operativi di 2,056 miliardi di franchi e un utile netto consolidato di 459 milioni di franchi svizzeri. Le nuove risorse finanziarie si sono distribuite in modo omogeneo tra private banking, asset management e una terza unità di custodia degli asset non direttamente gestita da Pictet.  Il gruppo si conferma dunque come terza banca svizzera dietro Ubs e Credit Suisse e davanti a Julius Baer.


Il consiglio di amministrazione di Ambrosetti Asset Management sim ha nominato Alessandro Allegri, nuovo amministratore delegato al posto di Fabio Gnecco. Allegri, in Ambrosetti AM sim dal 2003, ha iniziato il suo percorso professionale nel 1999 in Forinvest.

25 febbraio 2015. Comunicato Gruppo Veneto Banca su Banca Intermobiliare.
Depositata presso Banca d’Italia l’istanza di autorizzazione all’acquisizione di una partecipazione di controllo in Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A.
Facendo seguito al comunicato stampa del 1 dicembre 2014, Veneto Banca S.c.p.A. comunica di avere avuto notizia che la cordata di investitori composta da Gestinter S.p.A., MA.VA. s.s., Duet Alternative Investments (UK) Ltd. in nome e per conto di Duet BIM Ltd., MI.MO.SE. S.p.A., Romed S.p.A., Piovesana Holding S.p.A., Pietro S.p.A., Dad&Son S.r.l., Pietro Boffa, Castello s.s., Artex S.r.l., Mario Piantelli, Luca Cordero di Montezemolo, Valentina Nasi, Gianfranca Cullati, Marta Viani, Fabio Viani, Turati Investments S.r.l., Italvalv S.r.l., Serfin S.r.l. e Alessandro Federici ha depositato presso Banca d’Italia l’istanza di autorizzazione all’acquisizione di una partecipazione di controllo nel capitale sociale di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A.


Gennaio 2015

Cfo Sim ha acquisito il 100% del capitale di Ubi Gestioni Fiduciarie Sim. Quest'ultima e' la seconda fiduciaria di gestione italiana per masse gestite (circa 430 milioni di euro al momento del closing), nonche' la prima fiduciaria del Paese per dimensione media della clientela. La societa' ceduta dall'istituto di credito lombardo, in seguito al passaggio di proprieta', ha modificato la propria denominazione in Cfo Gestioni Fiduciarie Sim. L'accordo tra le parti prevede inoltre l'avvio di alcune sinergie, nell'interesse della clientela (240 clienti a fine 2013, ndr). Commentando l'operazione, Andrea Caraceni, AD di Cfo Sim, dice che il gruppo supera 1,5 miliardi di masse complessive.

Gianluca Attimis e' stato nominato nuovo responsabile dell'area Wealth Management di Banca Leonardo. Il manager, si legge in una nota, sostituisce Paolo Lange', che resta in forza alla banca privata fondato da Gerardo Braggiotti in qualita' di consigliere e responsabile dei grandi clienti. Attimis rispondera' al d.g., Claudio Moro, e ha maturato oltre 20 anni di esperienza nel mondo della gestione patrimoniale, iniziando in Banca Commerciale Italiana (oggi Intesa Sanpaolo). Guidera' un team di oltre 80 professionisti a disposizione della clientela. Nell'organico di B.Leonardo e' inoltre entrato Francesco Minelli, in qualita' di Direttore Commerciale dell'area Wealth Management.

Stefano Vecchi, 35 anni, è stato nominato responsabile private banking Italia di Credit Suisse e, dall'ufficio di Milano, riporterà a livello di divisione a Giorgio Riccucci, responsabile della market area Sud Europa, e a Federico Imbert a livello di Paese.

Dicembre 2014

Dopo la vendita della licenza della filiale milanese al Gruppo Finanziaria Internazionale di Conegliano Veneto, anche Banca Arner SA cambia proprietario passando nelle mani di IXE Capital AG finora azionista al 9,8%.
La IXE Capital AG, controllata da IXE Group con sede a Zurigo, ha acquisito le restanti quote dell’istituto luganese attraverso un contratto che la vede ora azionista di maggioranza.

Milano, 10 dicembre 2014 - Banca Profilo informa di aver ricevuto in data odierna le dimissioni del Dott. Matteo Arpe dalla carica di Presidente e di Consigliere di Amministrazione della Banca. Analoghe dimissioni sono state presentate anche per gli incarichi ricoperti nella Capogruppo Arepo BP. In relazione alla sentenza sul caso Ciappazzi/Parmatour, emessa dalla Corte di Cassazione in data 5 dicembre 2014 che ha rinviato alla Corte d'Appello per la determinazione delle pene principali e accessorie, il Dott. Matteo Arpe ha ritenuto opportuno presentare le proprie dimissioni.
In sostituzione del Dott. Matteo Arpe, il Consiglio di Amministrazione ha cooptato il Prof. Gennaro Mariconda, che, ai fini della nomina, si è qualificato indipendente sia ai sensi dell'art. 148 comma 3 del Testo Unico della Finanza sia ai sensi del Codice di Autodisciplina per le Società Quotate.

Finanziaria Internazionale diventa banca. Lo hanno annunciato venerdì 5 dicembre nel corso di una conferenza stampa a Milano il Presidente di Finanziaria Internazionale Enrico Marchi e l'AD Andrea de Vido. Il nuovo Gruppo, con al vertice Banca Finint, nascerà dall’acquisizione di Banca Arner Italia S.p.A. dalla svizzera Banca Arner SA.
Sotto il profilo societario l’operazione prevede l’acquisizione da parte del gruppo Finanziaria Internazionale della banca, attraverso aumenti di capitale in denaro e conferimento di partecipazioni, con l’uscita completa e definitiva dei soci svizzeri di Banca Arner SA. In particolare saranno conferite le società del gruppo Finanziaria Internazionale attive nell’investment banking e il relativo patrimonio pari ad oltre 100 milioni di euro, con la creazione di un nuovo operatore bancario che, nei tempi dovuti, richiederà l’iscrizione all’apposito albo dei gruppi bancari. L’operazione si perfezionerà nel rispetto delle indicazioni dettate da Banca d’Italia che in data 3 dicembre ha rilasciato tutte le necessarie autorizzazioni. Si prevede che l’iter societario possa essere completato entro il prossimo 15 dicembre.
Banca Arner SpA è stata costituita nel 2003 su iniziativa della casa madre svizzera Banca Arner SA, con l’obiettivo di fornire in Italia servizi di private banking ad una clientela di alto profilo. Banca Arner, a seguito delle ispezioni di Banca d’Italia nel 2008 e nel 2013, è stata oggetto di una profonda ristrutturazione e di una limitazione delle attività operative. Ad oggi, la banca conta 13 dipendenti e residue masse in gestione patrimoniale per circa 30 milioni di Euro. I prodotti e servizi che Banca Finint offrirà, anche attraverso il canale online, sono attività di finanza strutturata, asset & wealth management, private banking e corporate finance.
Presidente della Banca sarà Enrico Marchi, Amministratore Delegato Andrea de Vido e Direttore Generale Andrea Perin. Il Consiglio di Amministrazione sarà composto inoltre da Giorgio Bertinetti, Giuliana Scognamiglio e Alessandro Banzato.


Novembre 2014

Credit Suisse si prepara a nuovi investimenti strategici in Italia, con l'assunzione di nuovi professionisti per rafforzarsi nel segmento della clientela high net worth e ultra hig net worth. "Le consistenti risorse provenienti dalla cessione del ramo affluent - spiega Giorgio Riccucci, responsabile private banking per l'Italia di CS - supporteranno il nostro ulteriore sviluppo in Italia, dove intendiamo assumere 40 top advisor nei prossimi tre anni per continuare a venire incontro alle esigenze sempre più complesse della clientela". L’iniziativa segue la recente cessione al Gruppo Banca Generali del ramo d’azienda composto da 60 promotori, che gestiscono 2 miliardi di clientela prevalentemente retail, per circa 50 milioni di Euro, che saranno reinvestiti per incrementare l’organico della società.

Milano, 31 ottobre 2014 - Banca Generali rende noto che in data odierna, in attuazione dell'accordo comunicato al mercato lo scorso 10 luglio 2014, è stata perfezionata l'acquisizione del ramo d'azienda di Credit Suisse (Italy) relativo alle attività di private banking "affluent" e "upper affluent" in Italia, a fronte del pagamento di un corrispettivo che sarà pari a 45 milioni di euro, al netto della revisione al ribasso del prezzo per circa 4 milioni di euro, contrattualmente prevista in relazione alle masse effettivamente trasferite, ad oggi pari a 1,9 miliardi di euro. L'operazione, la cui efficacia è fissata al 1 novembre 2014, è avvenuta previa autorizzazione rilasciata da Banca d'Italia, ai sensi dell'articolo 58 del D.Lgs 385/93, con provvedimento di data 13 ottobre 2014 Prot. n. 0995811

Il cda di Banca Intermobiliare, presieduto da Flavio Trinca, ha nominato Cataldo Piccarreta nuovo direttore generale. Piccarreta prende il posto di Michele Barbisan, che ha cessato anticipatamente l’incarico per rientrare nella capogruppo Veneto Banca dove assumerà il ruolo di direttore commerciale. La nomina sarà effettiva a decorrere dal 1° dicembre. Cataldo Piccarreta, 53 anni, ricopriva da settembre 2012 l’incarico di direttore centrale mercato Italia di Veneto Banca. Precedentemente, è stato direttore generale di Banca Apulia, amministratore delegato di Popolare Bari Corporate Finance, vice direttore generale di Banca Popolare di Bari e direttore generale di Nuova Banca Mediterranea.


Ottobre 2014

I Consigli di Amministrazione della Banca Popolare dell'Alto Adige - Volksbank e della Banca Popolare di Marostica hanno deliberato il progetto di fusione.

Il 30 ottobre 2014 PKB Privatbank e Cassa Lombarda hanno costituito PKB Servizi Fiduciari S.p.A., società fiduciaria statica di diritto italiano autorizzata dal Ministero per lo Sviluppo Economico. La fiduciaria, partecipata al 70% da PKB Privatbank – banca svizzera con sede a Lugano e autorizzata da Banca d’Italia ad offrire e prestare i servizi bancari in Italia in regime di libera prestazione di servizi – e al 30% da Cassa Lombarda – banca con sede a Milano –, entrambe controllate dal Gruppo COFI, è stata costituita al fine di soddisfare le esigenze dei clienti delle due private bank del Gruppo, ampliando la gamma dei servizi ad essi offerti.

Settembre 2014

Revoca dell'autorizzazione di 81 Sim Family Office alla prestazione del servizio di investimento e cancellazione della stessa società dall'Albo delle sim: le ha sancite la Consob con la delibera 19013 alla luce della nota del 20 maggio 2014 con la quale la stessa 81 Sim Family Office ha presentato istanza di revoca dell'autorizzazione all'esercizio - con limitazioni operative - del servizio di investimento e la cancellazione dall'Albo delle sim. - 27 agosto 2014 -

La Consob ha stabilito la revoca dell'autorizzazione della Kairos Julius Baer Sim all'esercizio del servizio di gestione di portafogli. Lo ha fatto con la delibera 19012 vista "la nota pervenuta in data 21 maggio 2014 con cui Kairos Julius Baer sim Spa ha presentato istanza di revoca dell'autorizzazione allo svolgimento del servizio di gestione di portafogli". Kairos Julius Baer Sim rimane iscritta nel relativo Albo in quanto autorizzata allo svolgimento dei servizi di esecuzione di ordini per conto dei clienti, di collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente, di ricezione e trasmissione di ordini e di consulenza in materia di investimento.
In una nota, Kairos Julius Baer sim ha precisato confermando che "ha chiesto alla Consob in data 21 maggio la revoca all'autorizzazione per la prestazione del servizio di gestione di portafogli in quanto i servizi di gestione patrimoniale del gruppo sono concentrati in Kairos Partners Sgr".

Agosto 2014

Veneto Banca ha sottoscritto un contratto di compravendita avente ad oggetto la cessione del 51,4% del capitale di Banca Intermobiliare a una cordata di investitori costituita tra gli altri da Carlo de Benedetti (attraverso la sua cassaforte 'Romed'), Valentina Nasi e Luca Cordero di Montezemolo a fronte del pagamento di un corrispettivo complessivo pari a 289 milioni di euro, corrispondente a 3,6 euro per azione.  In particolare, la Romed e Montezemolo deterranno una quota di Bim pari al 2% ciascuno del capitale sociale. L'operazione prevede inoltre la firma di un contratto di opzione put and call tra Veneto Banca e SerendipEquity Bim Holding della durata di 3 anni avente a oggetto 15 milioni di azioni Bim (9,6% del capitale) detenute da Veneto Banca
In caso di perfezionamento dell’operazione la Cordata degli Investitori lancerà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria ad un prezzo pari 3,6 euro per azione.  Ad esito dell’operazione e dell’offerta pubblica obbligatoria, Veneto Banca manterrà una quota di circa il 20% nel capitale sociale di Banca Intermobiliare.

Luglio 2014

Generali vende Bsi a Btg Pactual per 1,24 miliardi di euro (1,5 miliardi di franchi svizzeri di cui 1,2 miliardi in contanti e 300 milioni in pacchetti di azioni Banco Btg Pactual) per il 100% della ex Banca svizzera italiana. La transazione è soggetta alle normali autorizzazioni da parte delle Autorità competenti.
BSI diventerà la piattaforma globale di wealth management di BTG Pactual e continuerà a operare con il marchio e l'identità di BSI. BSI vanta 140 anni di esperienza nel private banking, patrimoni in gestione per circa USD 100 miliardi e una presenza globale con circa 2'000 collaboratori in più di dieci paesi in tutto il mondo.
L'unione tra BTG Pactual e BSI darà vita a un gruppo internazionale di wealth management e di asset manage-ment con oltre USD 200 miliardi di attivi in gestione presente nei principali centri finanziari.

Giugno 2014

Nozze da 1 mld tra Cfo Sim e Seven Sim. Cfo Sim e Seven Sim hanno approvato il progetto di fusione che porterà alla nascita del piu' grande intermediario finanziario indipendente, focalizzato sull'attivita' di Family Office in Italia. Lo si apprende da una nota nella quale si precisa che la nuova società avrà un patrimonio totale di 1.072 milioni di euro, un patrimonio netto di oltre 8 milioni, 221 clienti, un fatturato previsto per il 2014 pari a 4,5 milioni. Sono previste due le linee di sviluppo previste: la crescita dimensionale, e quindi l'ambizione di porsi come soggetto aggregante, e l'ampliamento dei servizi offerti. Tra i primi obiettivi del nuovo direttivo vi e' la costituzione di una Sicav Ucits IV di diritto Lussemburghese, denominata Timeo Sicav e l'acquisto di un Fondo Pensione aperto

Maggio 2014

Merrill Lynch chiude in Italia la divisione di private banking.

Entro il 2016 Barclays taglierà in tutto 19 mila posti di lavoro. Il gruppo sta rivedendo la sua presenza retail a livello internazionale. Secondo il Financial Times nel veicolo potrebbero finire le attività dell'investment banking ritenute non più strategiche. Ma potrebbero essere scorporate anche attività nel reddito fisso o nel trading come pure attività nei cambi o nelle commodity. Infine potrebbero finire nel veicolo non performing loan sui prestiti. Infine resta da capire se nella bad bank finirà anche parte o tutta la rete retail di Barclays in Europa occidentale: in particolare in Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Le filiali italiane di Barclays sono specializzate nel concedere mutui. Le perdite di questo network di 572 filiali in Europa ha visto le perdite crescere da 277 milioni di sterline a 964 milioni. Queste attività, raccolte nella bad bank, potrebbero essere poi ristrutturate e cedute.

Il Gruppo Arc ha acquisito il 75% di Seven, società fiduciaria nata a Bergamo nel 2008. Con l’acquisizione, il Gruppo, che conta tra le sue partecipate arc Asset Management, management company indipendente con sede in Lussemburgo, ha la possibilità di creare un collegamento tra Italia e Lussemburgo, consentendo agli investitori di sfruttare le sinergie tra i due Paesi.


Aprile 2014

Venerdì 11 aprile 2014 la Banca del Piemonte apre la nuova sede Private Banker di Novara. Nel cuore del centro storico della città i nuovi locali sono collocati nel prestigioso palazzo dei primi del ‘900 di via XX Settembre, 20.

Febbraio 2014

In data 5 febbraio è stata
revocata l'autorizzazione della Fortinvestimenti SIM S.p.A. all'esercizio dei servizi di collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente, gestione di portafogli, ricezione e trasmissione degli ordini e di consulenza in materia di investimenti di cui all'art. 1, comma 5, lettere c-bis), d), e) e f), del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, con conseguente cancellazione della stessa società dall'albo delle SIM di cui all'art. 20, comma 1, del medesimo decreto.

Gennaio 2014

In data 29 gennaio 2014 è stata revocata l'autorizzazione di ABS Consulting SIM S.p.A. all'esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti, di cui all'art. 1, comma 5, lett. f), del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, con conseguente cancellazione della stessa società dall'albo delle SIM di cui all'art. 20, comma 1, del medesimo decreto.

Consob: Banknord Sim Spa cambia nome nell'albo in Banor Sim Spa.

Dal 20 gennaio 2014 Banca Passadore è presente anche a Roma con una nuova filiale situata nel pieno centro della città in un palazzo di Piazza di Montecitorio.

Banca MPS rafforza il proprio private banking e apre un nuovo prestigioso ufficio a Napoli, nella storica galleria di fine ottocento Principe Umberto I in Via S. Carlo.

Ottobre 2013

Andrea Crovetto, già top banker di Citibank, Intesa Sanpaolo e UniCredit e fino a poche settimane fa direttore generale di Banca Finnat America, ricomincia da una società di intermediazione mobiliare "tecnologica". Lo scrive il quotidiano MF. Alcune settimane fa si è tenuta un'assemblea straordinaria della Epic srl che ne ha deliberato la trasformazione in spa e la denominazione Epic sim. La srl era stata fondata alla fine dello scorso anno dallo stesso Crovetto, insieme con Alceo Rapagna, Stefano Visalli, Iacopo De Francisco e Guido e Sergio Ferrarini, che si sono divisi il capitale con il 16,6% ciascuno. Poi De Francisco ha venduto la sua quota a Crovetto e Visalli. Insieme a Crovetto ci sono, appunto, Guido Ferrarini, presidente del mercato telematico delle obbligazioni Eutotlx, Rapagna, presidente di Rcs Digital Ventures e Premium Publisher Network, e Visalli, procuratore di McKinsey.

Banca Ifigest apre una nuova filiale a Genova. Il 19 giugno 2013 aveva inaugurato la filiale di Torino.

Dall'integrazione di Gesti-Re SGR e Finn Investment Advisory SIM nasce ADVAM Partners SGR. Ha sede principale a Milano e a Padova, e parte con oltre 120 milioni di euro di asset under management. Si propone come "ponte" tra il patrimonio personale degli imprenditori e le necessità di finanziamento delle loro imprese.
Il consiglio di amministrazione di Advam Partners è composto all'a.d. Emanuele Facile, dal presidente Danilo Mosca, e dal vice-presidente Maurizio Belli. Il responsabile degli investimenti sarà Luca Passoni, attivo da 25 anni nella gestione di portafogli di investimento prevalentemente istituzionali come gestore diretto di singoli portafogli, come selettore di gestori terzi e come amministratore delegato delle sgr nelle quali ha lavorato


Settembre 2013

Barclays Wealth and Investment Management sarebbe pronta a uscire da 100 mercati e a operare un drastico taglio al personale. Il tutto con l’obiettivo di migliorare i profitti della divisione interna, che hanno subito un calo del 53% rispetto all’anno scorso. Secondo quanto scrive il Financial Times, infatti, la società britannica prevede di ridurre il numero di Paesi a cui fornisce servizi di gestione patrimoniale e d’investimento, da 200 a 70 entro il 2016.

Agosto 2013

Autorizzazione all'operatività in regime di libera prestazione di servizi di banche extracomunitarie in Italia
STATO ESTERO: SVIZZERA
- 21830.5 "SOCIETE GENERALE PRIVATE BANKING (LUGANO - SVIZZERA) S.A."
Data di autorizzazione: 17 aprile 2013
Servizi svolti:     raccolta di depositi o altri fondi rimborsabili - operazioni di prestito - servizi di pagamento
rilascio garanzie e impegni di firma - custodia e amministrazione valori mobiliari -locazione cassette di sicurezza
- 21831.3 "BANQUE MORVAL S.A."
Data di autorizzazione: 17 aprile 2013
Servizi svolti:    raccolta di depositi o altri fondi rimborsabili - operazioni di prestito - servizi di pagamento  - emissione e gestione mezzi di pagamento

Luglio 2013

La Consob ha revocato l'autorizzazione all'esercizio di servizi di collocamento "senza", di ricezione e trasmissione degli ordini e di consulenza in materia di investimenti a BSI Wealth & Family SIM, su richiesta della stessa società (ex Reali & Associati) in liquidazione volontaria. BSI Wealth & Family SIM,   aveva presentato lo scorso 16 maggio istanza di revoca dell'autorizzazione allo svolgimento dei servizi a seguito dell'operazione straordinaria di cessione del complesso dei beni aziendali a favore di BSI Europe, banca lussemburghese posseduta al 100% dalla banca ticinese BSI (controllata da Generali), formalizzata lo scorso 21 marzo.


Giugno 2013

Banca Cesare Ponti (Gruppo Carige) sbarca nel Piemonte aprendo una filiale a Torino con Andrea Guazzi, nuovo Responsabile Territoriale del Piemonte e della Valle d’Aosta. Andrea Guazzi vanta una lunga e consolidata esperienza nel settore bancario e, in particolare, nel private banking. Proviene dal Gruppo Mps, dove ha ricoperto ruoli di crescente importanza fino all’incarico – a partire dal 2007 – di Responsabile delle Rete Private Banking del Gruppo. Andrea Guazzi coordinerà un team di 4 private banker, con importanti esperienze precedenti in primarie Banche Private nazionali: Gabriele Rosani, Bruno Gachet, Matteo Bianchi e Andrea Dondena.

Il 19 giugno 2013 Banca Ifigest ha  inaugurato la nuova filiale di Torino.

Aprile 2013

Vontobel chiude l'attività di private banking in Italia. La banca svizzera gestirà le attività di private banking sul mercato tricolore da Zurigo. A dicembre Bank Vontobel ha ottenuto la cosiddetta licenza 1 LPS di libera prestazione di servizi che permette al gruppo di offrire in Italia determinati servizi di custodia. Il business istituzionale di asset management non verrà toccato in alcun modo da questa decisione e continuerà a essere operativo per clienti italiani.

Il Gruppo SYZ & CO passa dalla posizione di azionista paritetico con gli azionisti italiani a azionista di maggioranza con il 64.3% della holding che controlla la Banca Albertini Syz & C. attraverso l’acquisizione delle quote finora detenute da Giampaolo Gamba e Ernesto Marelli. Alberto Albertini conserva il restante 35.7% del capitale. I soci uscenti rimangono amministratori della Banca e partecipano al capitale della holding del Gruppo SYZ & CO proseguendo nella loro attività attuale.

Marzo 2013

Schroders acquisisce Cazenove lanciando così un gruppo di primissimo piano nella gestione patrimoniale. I 17,2 miliardi di asset under management di Cazenove Capital sono da aggiungere ai 212 miliardi di asset che Schorders aveva in gestione in base ai dati di fine 2012 (dati in Sterline).

Credit Suisse ha annunciato oggi, 27 marzo, l'acquisizione dell'attività di wealth management di Morgan Stanley in Europa, Medio Oriente e Africa, esclusa la Svizzera, un business con asset in gestione per oltre 13 miliardi di dollari.

Secondo alcune indiscrezioni di stampa il gruppo svizzero Ubs starebbe trattando per l'acquisizione di Banca Intermobiliare con la controllante Veneto Banca.

Febbraio 2013

Revocata, su istanza della Società, l'autorizzazione alla IDeA Sim spa, con sede a Milano, alla prestazione del servizio di investimento di cui all'art. 1, comma 5, lett. f) del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, e cancellazione della stessa società dall'albo delle Sim (delibera n. 18466 del 13 febbraio 2013).

Gennaio
2013

Invest Banca di Empoli entra nel mondo del trading online rilevando il 60% della genovese Millennium sim dalla Cassa di Risparmio di Bolzano. Lo hanno annunciato le due società, precisando che l’accordo è stato siglato lo scorso 31 gennaio.

Dicembre 2012

Autorizzata la Optima spa Sim (già Optima spa sgr), con sede a Modena, alla prestazione del servizio di gestione di portafogli, di cui all'art. 1, comma 5, lett. d) del d.lgs. n. 58/1998, ed iscritta all'albo delle Sim di cui all'art. 20, comma 1, del medesimo decreto. L'autorizzazione alla prestazione del suddetto servizio è rilasciata con le seguenti limitazioni operative: "senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della Società stessa" (delibera n. 18418 del 19 dicembre 2012)Dopo aver deciso di cedere le attività di gestione di Optima Sgr ad Arca Sgr nel dicembre del 2011, Bper aveva indetto un'assemblea straordinaria che stabiliva la trasformazione di statuto e oggetto sociale di Optima da società di gestione a società di intermediazione mobiliare.

Novembre 2012

Partnership strategica tra Kairos e Julius Baer. Le due societa' hanno annunciato un accordo di lungo termine con l'obiettivo di dar vita al "polo italiano di eccellenza nel private banking". L'operazione prevede l'ingresso della banca svizzera nel capitale di Kairos con il 19,9%. La societa' italiana, a sua volta, comprera' il 100% di Julius Baer sim, integrandone le attivita'. La combinazione delle attivita' di private banking dei due gruppi confluira' in Kairos Julius Baer sim, che sara' guidata dall'a.d. Paolo Basilico. In un secondo tempo, spiega una nota, le parti consolideranno il progetto con l'apertura di una banca privata in Italia. La chiusura dell'operazione e' attesa entro il primo semestre del 2013.

Ottobre 2012

Banca Esperia acquista due Fiduciarie.
La banca d'investimento fondata nel 2001 grazie a una joint venture tra Mediobanca e Mediolanum ha annunciato l’acquisizione di Fiduciaria San Babila e di Cidneo Fiduciaria, entrambe autorizzate all’esercizio dell’attività fiduciaria e attive nell’area della Lombardia grazie alla presenza a Milano, Bergamo e Brescia.



Settembre 2012

Il gruppo Azimut prosegue nella strategia di internazionalizzazione lanciando nel mese di ottobre una nuova joint venture in Svizzera chiamata Az Swiss Sa, detenuta al 90% da Azimut e al 10%  da un team di quattro money manager appena arrivato in Azimut e proveniente dalla fiorentina Soprarno Sgr (Gruppo Banca Ifigest), guidato da Alessandro Bortolotti e Gianluca Gabrielli. La Jv, focalizzata su strategie macro,evidenzia il continuo rafforzamento in territorio elvetico del gruppo.
 

Agosto 2012

La cooperativa forlivese Confidi-Prof ha presentato alla Banca d'Italia la richiesta per poter salire nell'azionariato della filiale italiana di Banca Arner acquistando il restante 90,5% del capitale dalla controllata elvetica Banca Arner SA. Il valore di Banca Arner consiste nella licenzia bancaria e in una massa gestita dal private banking di circa 100 milioni di euro. L'offerta di 10 milioni di euro parte dal 9,5 % già nelle mani di Gianluca Selvi e Paolo Verri. Il progetto che parte da Confidi-Prof punta a trasformare Arner Italia in Banca delle Professioni, un istituto specializzato nel credito di firma (fideiussioni), nelle gestioni private e nella finanza strutturata e straordinaria per i professionisti (soprattutto commercialisti, ma anche avvocati, notai e tutti gli altri) e per le imprese da loro assistite. La raccolta del risparmio sarà online per poi impiegare le somme raccolte in attività di factoring pro soluto. Ma anche offrire conti correnti e di deposito studiati per le necessità dei commercialisti e di altri professionisti. E’ prevista la nascita di una divisione di investment banking che sfrutti il network dei dottori commercialisti e delle società che molti di loro gestiscono o assistono.


Julius Baer ha concordato l’acquisizione, soggetta ad approvazioni normativa e degli azionisti, dell’ International Wealth Management di Merrill Lynch (attività (IWM) Stati Uniti escluso) con un patrimonio gestito (AuM) di USD 84 (CHF 81) miliardi, per il 30 giugno 2012 e con più di 2000 collaboratori, inclusi più di 500 consulenti finanziari.
La transazione è una combinazione di acquisizioni di entità legali e trasferimenti di attività, che si stima che al termine del previsto biennio necessario per portare a termine l’integrazione produrrà un ulteriore AuM di un importo tra CHF 57 e CHF 72 miliardi, dei quali circa due terzi provengono dai mercati in crescita. Ipotizzando il trasferimento di un AuM di CHF 72 miliardi, l’attuale AuM di Julius Baer per il 30 giugno 2012 aumenterebbe di circa il 40% per toccare i CHF 251 miliardi e i suoi attivi clienti totali CHF 341 miliardi, entrambi su una base pro forma.


Il Gruppo Creval cede le attivita'  di asset management e private banking ad Asset Management Holding, che controlla Anima Sgr, e diventa azionista di AMH con il 2,8%. In una  nota le parti annunciano l'accordo quadro per un'alleanza strategica  nel settore del risparmio gestito. Tali business sono svolti da Creval  attraverso Aperta Sgr (100% Creval) e Lussemburgo Gestioni (70% Creval  e 30% Popolare di Cividale): al 30 giugno gli asset under management  del gruppo di Sondrio assommano a circa 2,5 miliardi oltre a 600  milioni di prodotti di terzi. Con l'intesa, sia Aperta Sgr sia  Lussemburgo Gestioni passeranno ad AHM: la transazione ha un valore di  33 milioni e, in base all'accordo, e' previsto che Creval sottoscriva  un aumento di capitale riservato di AHM di cui arriverebbe a detenere  il 2,8%. L'operazione e' prevista perfezionarsi entro l'anno.


Luglio 2012

Secondo indiscrezioni di stampa Kairos e Julius Baer sono in fase avanzata di negoziazione di una partnership strategica, che vedrà il colosso svizzero al 20% circa della nuova entità.
Tutte le attività italiane di private banking di Kairos e di Julius Baer confluiranno in una nuova società, Kairos Julius Baer, e verranno gestite dal management di Kairos. Paolo Basilico resterà presidente e amministratore delegato.
Kairos acquisirà Julius Baer Sim e Julius Baer rileverà circa il 20% di Kairos.
Entro il 2016, aggiungono le fonti, i due gruppi decideranno se modificare la quota di capitale detenuta in Kairos da Julius Baer, con gli svizzeri che potranno salire nell'azionariato della società italiana.

Giugno 2012

Secondo indiscrezioni di stampa Julius Baer, Credit Suisse, Ubs, Wells Fargo e Royal Bank of Canada sono in trattative per l'acquisto delle attività di wealth management fuori dagli Stati Uniti di Bank of America- Merrill Lynch. Il prezzo per la vendita dell’unità, che ha 90 miliardi di dollari di AuM e clienti in Europa, Asia e America Latina, potrebbe raggiungere i 2 miliardi di dollari.

Banca Leonardo acquisisce la Cofib, Compagnia Fiduciaria di Beni S.p.A, societa' con sede a Roma attiva nel private banking e nel family office.

Maggio 2012

Banca Esperia, dopo l'apertura di Treviso, come annunciato sbarca nel cuore della Romagna, a Cesena. L'inaugurazione — già dichiarata alcuni mesi fa — della sede di Palazzo Romagnoli, in via Uberti 48, avverrà il 2 maggio.

E' stata autorizzata la Cordusio Sim Advisory & Family Office spa, con sede a Milano, all'esercizio del servizio di investimento: consulenza in materia di investimenti, ed iscrizione della stessa Societa' nell'albo delle Sim. L'autorizzazione e' rilasciata con le seguenti limitazioni operative: 'senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilita' liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della societa' stessa'. E' quanto riporta l'ultima Newsletter Consob.

E' stata inoltre confermata l'iscrizione della VirtualAdvise Sim spa, con sede a Milano, nell'albo delle Sim nella nuova denominazione 'Advise Only Sim spa'.

Marzo 2012

Santander Private Banking chiude la filiale di Treviso a solo 4 anni dall'inaugurazione.

Maggio 2011

Banca Esperia apre una nuova filiale nel Veneto a Treviso.

AZ International Holdings sa, controllata di Azimut h., ha raggiunto un accordo per l'acquisizione del 50% del capitale sociale di Cgm (Compagnie de Gestion privee Monegasque sam), societa' di gestione indipendente che, insieme alla Sim controllata italiana, puo' contare su masse totali per circa 800 mln euro. In base a quanto previsto dal contratto, si legge in una nota, Azimut acquistera' il 50% del capitale sociale di Cgm, di cui il 30% dall'attuale management della societa' (che manterra' il rimanente 50%) ed un ulteriore 20% precedentemente detenuto da Bsi Monaco. Il controvalore dell'operazione e' di circa 15 mln euro e sara' pagato interamente mediante azioni proprie.

Gennaio 2011

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, su proposta della Consob e con il parere della Banca d’Italia, ha disposto con decreto del 10 gennaio 2011 la liquidazione coatta amministrativa della succursale italiana dell’impresa di investimento di diritto francese Européenne de Gestion Privée S.A.

Royal Bank of Scotland rileva Banca Sintesi dal Gruppo Cassa di Risparmio di San Miniato. L'operazione prevede che  l'84,54% del capitale sociale di Banca Sintesi passi a RBS Asset Management Limited (RBSAM) nella sua qualita' di gestore di RBS Special Opportunities Fund, a una societa' partecipata dai manager coinvolti nell'operazione e ad alcune fondazioni bancarie italiane.

Dicembre 2010

Julius Baer Sim apre un nuovo ufficio a Roma. L'ufficio sarà guidato da Andrea Torlonia, proveniente da Banca Esperia.

Novembre 2010

La Compagnie Financière Edmond de Rothschild, filiale francese del Gruppo bancario indipendente Edmond de Rothschild, dal 1° novembre diventa Banca anche nel nostro Paese. Finora sul mercato tricolore operava con una sim e una sgr.

Settembre 2010

Family Advisory Sim S.p.A.-Sella & Partners, con sede a Torino, è  stata autorizzata dalla Consob il 28 settembre.

Santander Private Banking rileva Meliorbanca Private per 32 milioni di euro.

Swisscanto, uno dei principali asset manager svizzeri con circa 45 miliardi di euro di masse gestite, sbarca nel nostro paese. Andrea Ferrante si occupera' di curare l'ingresso e la crescita del business nel mercato italiano e riportera' a Ralf Branda, responsabile per lo sviluppo sui mercati internazionali. Andrea Ferrante, 44 anni, arriva da Duemme, l'sgr del gruppo Banca Esperia, jv paritetica tra Mediobanca e Mediolanum, dove ricopriva la carica di Responsabile della clientela istituzionale. In precedenza, Ferrante aveva maturato esperienze anche nel private banking di Sanpaolo Bank a Vienna e in Sanpaolo Imi Institutional sgr (l'attuale Eurizon Capital) come Responasbile banche e fondazioni.

Giugno 2010

Autorizzata dalla Consob IDeA Sim.  La società è stata costituita nell’ottobre del 2009 da IDeA Alternative Investments che controlla il 65% del capitale sociale, da Massimo Fortuzzi, amministratore delegato di IDeA Sim, che detiene il 30% e da Luigi Arturo Bianchi, presidente del Cda, socio al 5%.  Offrirà servizi di consulenza alla clientela private.

Maggio 2010

Barclays Wealth inaugura una nuova filiale a Roma.

Aprile 2010

Veneto Banca Holding acquisirà il controllo di Banca Intermobiliare attraverso una fusione per incorporazione con l'azionista di controllo Cofito e lancerà un'Opa obbligatoria sulle azioni residue della banca torinese ad un prezzo unitario di 4,25 euro in contanti. Al termine di tutta l'operazione avrà una quota non inferiore al 50% di Bim.

Febbraio 2010

Julius Baer Sim avendo ricevuto l'approvazione dalle autorita' competenti, ha completato l'integrazione di Alpha Sim, gestore patrimoniale indipendente per clienti privati con sede a Milano. L'acquisizione di Alpha Sim, gestore patrimoniale che amministra patrimoni per circa 400 milioni di euro, era stata annunciata il 25 maggio 2009. L' acquisizione completa le attivita' di private banking e di gestione patrimoniale di Julius Baer, gruppo svizzero di private banking, in Italia.

Dicembre 2009

Lo scudo fiscale ha permesso il rientro in Italia di 95 miliardi di euro, con un gettito per lo Stato che ha dunque raggiunto 4,75 miliardi. Lo scudo fiscale è stato prorogato fino al 30 aprile, con una stima di altri 30 miliardi che potrebbero rientrare in Italia. Ma con un progressivo aumento dell’aliquota fino al 7%.

Novembre 2009

Banca Generali rileva Reali & Associati Sim.

Ottobre 2009
 

Banca Ifigest acquista il 100% di Omnia Sim per 15 milioni di euro.

Il Gruppo Cornèr Banca ha deciso di abbandonare le sue attività di private banking sul mercato italiano. La Consob ha revocato l'autorizzazione a Cornèr Sim, in liquidazione, all'esercizio dei servizi di investimento di esecuzione di ordini per conto dei clienti, collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente e consulenza in materia di investimenti, di cui all'art. 1, comma 5, lett. b), c-bis) ed f) del d.lgs. n. 58/1998.

Autorizzate tre nuove sim: 81 Sim Family Office spa, con sede a Vicenza, Giampaolo Abbondio Associati Sim spa, con sede a Milano e Private & Consulting Sim con sede a Torino.

Julius Baer rileverà Ing Bank, divisione elvetica di private banking del colosso finanziario olandese Ing Group.
La divisione Private Banking di Schroders Italy SIM ha appena ottenuto l’autorizzazione Consob alla prestazione del servizio di investimento di ricezione e trasmissione ordini con detenzione delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela.
Azimut inaugura la divisione Wealth Management focalizzata sui clienti con portafogli finanziari superiori ai 500.000 euro. La nuova divisione, guidata da Paolo Martini, opera su tutte le reti del gruppo e offrirà nuove linee di gestione, polizze di private insurance, servizi di ottimizzazione del patrimonio, attività di investment banking. Obiettivo: raccogliere almeno 500 milioni di euro grazie allo scudo fiscale.



Luglio 2009

Banca MB e' stata posta in amministrazione straordinaria. Lo rende noto la Banca d'Italia specificando che, al posto dei disciolti organi amministrativi e di controllo, sono stati nominati commissari straordinari Marco Zanzi e Luigi Moncada. Al comitato di sorveglianza sono stati invece nominati Giorgio Maria Zamperetti, Rossella Locatelli e Pierluigi Bevilini.

Julius Baer rileva Alpha Sim.

Aprile 2009

Dario Micheli costituisce a Lugano Valeur Fiduciria Sa, struttura di family office. Micheli vanta una lunga esperienza manageriale maturata Azimut, Credit Suisse e Banca Fideuram.

Il 20 gennaio sono state autorizzate: Four Partners Advisory (MI), Global Wealth Advisory Sim (RM), Financial Innovations Sim (PD) e Ruffo & Partnes Sim (CB).

La Sator di Matteo Arpe rileva il 51% del capitale di Banca Profilo.


Marzo 2009

Ubs chiude l'art advisory, divisione composta da 11 esperti guidati da Karl Schweizer.


Febbraio
2009

Superfund ottiene la licenza ad operare come società di gestione del risparmio da Banca d'Italia ed apre una sede a Milano con 10 professionisti. Sono i primi ad offrire agli investitori fondi di fondi specializzati in managed futures. Fondatore ed attuale azionista di maggioranza Christian Baha; Presidente Roman Gregorig; Country Manager di Gruppo e Consigliere delegato Federico Corbari. Presente in 20 paesi nel mondo, aprì la prima sede a Vienna.

Gennaio 2009

Il 20 gennaio sono state autorizzate quattro nuove sim di consulenza in materia di investimenti: Four Partners Advisory (MI), Global Wealth Advisory Sim (RM), Financial Innovations Sim e Ruffo & Partnes Sim (CB). Quest'ultima è autorizzata anche alla gestione di portafogli.

Dicembre 2008

Autorizzate Abs Consulting Sim, Cofib Advisor Sim, Consultique Sim, J. Lamarck Sim e Be Cube Sim.

Nozze in vista
tra Banca Leonardo e Kairos Partners Sgr, secondo indiscrezioni di stampa.

Banca MB vicina a rilevare Corner Sim

 

Novembre 2008
Credit Suisse apre una nuova filiale a Verona dove vi opererà Nakhla Naama Pattaro, professionista con una pluriennale esperienza nel private banking (Banca Aletti, Banca Steinhauslin e Unicredit Private Banking). Nel 2008 la banca elvetica ha così rafforzato la propria presenza nel nostro paese aprendo tre nuove sedi (Parma, Bologna e Verona) e inserendo nuovi relationship manager reclutati dalla concorrenza.

Credit Suisse ha inaugurato, il 13 novembre, una nuova filiale a Bologna. La direzione è stata affidata a Vittorio Brunelli che sarà coadiuvato da Raffaella Forlivesi. I due professionisti provengono entrambi da Intesa SanPaolo Private Banking.
 

Ottobre 2008
Mitsubishi Ufj ha acquisito il 21% del capitale di Morgan Stanley. L'investimento del primo gruppo finanziario giapponese e' di 9 miliardi di dollari.

Settembre 2008
Negli ultimi mesi sono state autorizzate dalla Consob 6 nuove sim di consulenza: Investitori Associati Sim, Finlabo Sim, Secofind Sim, Tosetti Value Sim, Ambrosetti Asset Management Sim e Maxos Sim. Sulla rampa di lancio di sono Consultique,  Advin Partners e la nuova creatura di Azimut e Tamburi.

Luglio 2008
La Consob rilascia l'autorizzazione a Secofind Sim Spa con sede a Milano e Tosetti Value Sim Spa con sede a Torino. L’autorizzazione è rilasciata con le seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche in via temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa (delibera n.16565 del 23 luglio 2008).

Giugno 2008
La controllante della BPER (Em.ro spa)  lancia un'OPA a 3,2 euo per azione finalizzata al delisting di Meliorbanca.


Maggio 2008
Banca Leonardo entra con il 20% in BS Private Equity, uno dei principali operatori italiani nel private equity.    L’operazione prevede la possibilità per  Banca Leonardo di acquisire in futuro il residuo 80% di BS Private Equity. Union Bancaire Privee (Ubp) e Banco Popolare hanno siglato un accordo che prevede la costituzione di una partnership egualitaria nel settore dell'Alternative Asset Management in Italia. In base agli accordi, Ubp acquisterà il 50% di Aletti Gestielle Alternative (Aga) controllata al 100% dal Banco Popolare.

Aprile 2008
Cape Live ha siglato un accordo con Pmf per acquisire una partecipazione in Zenit Sgr, società di gestione del risparmio indipendente nata nel 1996. La partecipazione iniziale sarà del 10% per un ammontare di
investimento pari a 1,5 milioni di euro, con la possibilità per Cape di incrementare la propria quota nel prossimo triennio fino ad un massimo pari al 30%.


Marzo 2008

Credit Suisse Italy apre una nuova filiale a Parma che sarà presidiata da Sergio Varricchio ex private banker di Banca di Roma.

Banca Albertini Syz sbarca a Reggio Emilia con Gianni Vecchi, proveniente da Credem PB.


Febbraio 2008
Banca Euromobiliare acquista la rete italiana di Citibank per circa 40 milioni di euro pari al 3,4% del patrimonio. Citibank detiene asset per 1,3 mld con 40 banker a dipendenza, 70 pf e altre 15 risorse di supporto.
Banca Passadore apre una filiale a Firenze. Responsabile della Toscana è Jean Luc Steinhauslin.

Gennaio 2008
Accordo tra ArtNetWorth e Fortis Private Banking per l'offerta di consulenza in opere d'arte.
Credem e Citibank International:avviate ormai le trattative per la cessione della rete commerciale italiana della divisione di gestione patrimoni di Citibank al Credito Emiliano.
Se l'acquisizione andrà in porto, tutti i Private Bankers e le filiali (2 Milano, Torino, Firenze e Roma) approderanno in Banca Euromobiliare,
l'istituto del gruppo emiliano specializzato nel private banking.

Dicembre 2007
Banca d’Italia ha autorizzato Schroders Alternative SGR, il nuovo player dell’industria alternativa specializzato nella gestione di fondi di fondi hedge. La nuova struttura, controllata interamente da Schroders Plc, sarà guidata da Carlo Alberto Bruno, in qualità di Amministratore Delegato e Responsabile Investimenti.

Novembre 2007
Julius Baer Sim è stata autorizzata dalla Consob. Il gruppo elvetico sbarca per la seconda volta nel nostro paese dopo la sfortunata joint-venture con il Credito Valtellinese. Fabio Rindi e Stefano Canossa sono stati nominati rispettivamente presidente del cda e amministratore delegato.

MPS rileva Antonveneta pagando agli spagnoli del Banco Santander 9 miliardi di euro in contanti. Con questa operazione l' istituto toscano diventa il terzo gruppo bancario italiano passando da 2mila a 3.200 sportelli.

La Swiss Life Holding ha ceduto la Banca del Gottardo alla BSI (Gruppo Generali) per 1,875 miliardi di franchi svizzeri.

Settembre 2007
Banca Leonardo rileva Drueker & Co., una delle principali banche d'affari tedesche.

Banca del Fucino apre una nuova filiale a Grottaferrata.

La Consob autorizza MFO Multifamilyoffice Sim.

Santander investirà 50 milioni di euro nella struttura italiana di private banking con l'obiettivo di portare le masse a 5 miliardi di euro entro il 2011. Nel novembre del 2006 Banif-Santander Private banking è sbarcata nel nostra paese rilevando la Banca Kblfs per 44 milioni di euro.

Joint-Venture tra Azimut Holding e Tamburi Investment Partners nel segmento del family office.

Luglio 2007
Il Cda di Banca Profilo ha dato il via libera ad un'operazione finalizzata all'aggregazione con Meliorbanca a valori paritetici. Lo comunica una nota della societa'. Per uniformare i valori di mercato delle due banche si procedera' a un aumento del capitale sociale di Banca Profilo con riserva d'opzione agli azionisti Profilo fino ad un massimo di 200 milioni di euro. Contestualmente, sara' deliberato un ulteriore aumento di capitale riservato agli azionisti Meliorbanca al servizio dell'Ops (Offerta di Pubblico Scambio) sulla totalita' delle azioni e condizionata al raggiungimento di adesioni almeno pari al 60% del capitale sociale della target da realizzarsi mediante scambio di azioni Banca Profilo di nuova emissione con azioni Meliorbanca. Il Consiglio si e' riservato di decidere successivamente i dettagli dell'operazione relativamente all'effettiva technicality, alle condizioni e alla tempistica. Tutto subordinato alle necessarie autorizzazioni da parte degli Organi competenti. L'obiettivo finale dell'operazione sara' la fusione fra le due banche attraverso l'incorporazione di Meliorbanca in Banca Profilo.

Maggio 2007
AZ Capital Mangement Ltd, società di gestione hedge domiciliata a Dublino, ha avviato l'operatività.

Rainer Masera, gia' presidente dell'istituto San Paolo di Torino, sale al vertice di Lehman Brothers Italia come  managing director e presidente del Gruppo istituzioni finanziarie (Fig) per l'Italia. Masera lavorerà nella sede romana della banca e risponderà a Riccardo Banchetti, amministratore delegato di Lehman Brothers per l'Italiar.  Masera, dal 1975 in Banca d' Italia e ministro del Bilancio e programmazione economica del governo Dini dal 1995 al 1996, in occasione della fusione tra l'Istituto SanPaolo di Torino e l' Imi, fu nominato ad della nuova Banca di cui assunse poi la presidenza tra il 2001 e il 2004.

Nozze tra Unicredit e Capitalia e tra Banca Pop. di Milano e Banca Pop. dell'Emilia-Romagna.

Aprile 2007
L'istituto inglese Barclays ha raggiunto un accordo per rilevare la concorrente olandese Abn Amro in un deal del valore di circa 67 miliardi di euro. Le due banche hanno anche concordato la cessione dell'americana LaSalle, che fa capo ad Abn, a Bank of America.Con la fusione tra Abn Amro e Barclays nasce il primo gruppo bancario al mondo per asset.
Di seguito la classifica delle maggiori banche per asset totali stilata da Bloomberg sulla base di dati (in miliardi di euro) aggiornati a dicembre 2006. Abn Amro-Barclays 2.400 Ubs 1.440 BNP Paribas 1.400 Citigroup 1.380 HSBC 1.370 Royal Bank of Scotland 1.250 Credit Agricole 1.220 Mitsubishi 1.170 Deutsche Bank 1.180 Bank of America 1.070.

Marzo 2007
Banca Profilo rileva il 60% di Société Bancaire Privée per circa 60 mln di euro. Société Bancaire Privée è una banca ginevrina specializzata nel settore del private banking e vanta un patrimonio netto di circa 83 milioni di franchi svizzeri, una raccolta totale di 1,8 miliardi di fs (circa 1,1 miliardi di euro) e 60 dipendenti.

Corsa a due per rilevare Banca Euromobiliare. I pretendenti rimasti sono TIP (Tamburi Investment Partner) e Banco Santander.
 

Febbraio 2007

BNP Paribas  ha comprato in Olanda tramite la controllata Nachenius Tjeenk la divisione di private banking della KAS BANK, con asset per circa 750 milioni di euro.

Secondo indiscrezioni di mercato Banca Euromobiliare sarebbe in vendita. Tra i vari pretendenti spiccano il Banco Santander, Pictet, TIP,  Barclys, Société Generale e Banca Generali.

Banca Finnat apre una filiale a Novi Ligure (AL).

Gennaio 2007

SG Private Banking del gruppo Sociètè Generale ha costituito SG Fiduciaria, società fiduciaria di diritto italiano. Ernesto Prinzi e Antonella Giorgi Pierfranceschi (entarmbi provenienti da  Sirefid, fiduciaria statica del Gruppo Banca Intesa) sono i nuovi a.d. e direttore.

Sopaf, società guidata da Giorgio Magnoni, ha comprato il 100% di LM & Partners, società di lussemburgo attiva negli investimenti opportunistici, per un totale di 48 milioni.

Dicembre 2006

Fusione ufficializzata tra Novagest Sim e Banca MB. La nuova realtà avrà come presidente Carlo Ciani e come a.d. Fabio Arpe e Fabrizio Sartirano.

Bank of New York e Mellon financial hanno annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo di fusione. Si tratta di un'operazione del valore di 16,5 miliardi di dollari che avverrà unicamente attraverso lo scambio azionario. Dal matrimonio nascerà la prima azienda del mondo di servizi per la gestione dei titoli e degli asset. Secondo quanto reso noto dalle due parti, la nuova società si chiamerà Bank of New York Mellon e avrà asset in gestione per 16.600 miliardi e altri asset per 8 mila miliardi in custodia fiduciaria.

Novembre 2006

Banca Ifigest apre una nuova filiale a Prato.

Sergio Perego è il nuovo head of relationship management di Credit Suisse Italy. Perego lascia così l'incarico di amministratore delegato di Banca Bsi Italy (Gruppo Generali).

Il gruppo bancario spagnolo Santander rileva Banca KBLFS dal gruppo belga KBL per 44 milioni di euro. 

Settembre 2006

FonSai acquista il 60% di Banca Gesfid da Meliorbanca per 54 milioni di franchi svizzeri. L'istituto svizzero ha sede a Lugano e detiene masse complessive per 3,2 miliardi franchi.

Secondo indiscrezioni di stampa la Cassa di Risparmio di Parma & Piacenza e la Banca Popolare Friuladria dovrebbero passare sotto il controllo del Credite Agricole Indosuez.

Agosto 2006

Banca Etruria ha firmato un accordo per l'acquisizione del 71,3% di Banca Federico del Vecchio di Firenze. I soci attuali potranno esercitare un'opzione di vendita entro 3 anni dalla chiusura dell'operazione che ha un valore complessivo di 110 milioni di euro. La banca privata fiorentina è strutturata con due sportelli  e una raccolta diretta e indiretta rispettivamente di 251,6 e di 96 mln di euro (al 31/12/05). L'utile netto di esercizio e' stato pari a 2,9 milioni di euro.

La Banca Popolare dell'Emilia-Romagna e Sal. Oppenheim entrano nel capitale di Prader Bank, rispettivamente con una quota dell'1,5% e del 9%. Tra gli altri soci ricordiamo il fondatore Josef Prader con l'11% e Gernot Langes-Swarovski con il 5%.

Maggio 2006

Nasce CGM Sim, nuova società diretta da Marco Farina (ex Profilo A.M. Sgr) di cui è azionista al 30%. Nel capitale ci sono anche la Compagnie de Gestion Privée Monegasque con una quota pari al 50%; la Bsi di Lugano con una quota del 20%.

Marzo 2006

Banca Generali acquisisce il controllo di Banca Bsi e unisce le due strutture italiane di private banking.

Febbraio 2006

Société Generale apre una sgr speculativa di diritto italiano: Lyxor Altenative Investments Sgr diretta da David Armstrong.

Secondo indiscrezioni di mercato Mediolanum starebbe per vendere la sua partecipazione in Banca Esperia

Ras (gruppo Allianz) apre una sgr speculativa di diritto italiano: Ras Altenative Investments Sgr.

Settembre 2005

Ubs vende a Julius Baer la sua unità "banche private e GAM" per 5,6 miliardi di franchi svizzeri.

Agosto 2005

Sciolta la joint-venture tra Creval e Julius Baer. Creval riacquista il 51% della società Julius Baer Creval Private Banking Sim diventando così l'unica proprietaria. Julius Baer ha annunciato che continuerà da sola l'espansione in Italia.

Maggio 2005

Banca Galileo e Banca della Provincia di Macerata vogliono potenziare la divisione private banking.

Banca Esperia apre una filiale a Padova.

Aprile 2005

Aletti Montano (family office della famiglia Aletti) compra il 10% di Banca Albertini & Syz.

Dopo le nozze saltate con Unipol Banca, Meliorbanca cerca sposa. Favorita sembrerebbe Arca Banca.

Novembre 2004

Banca Esperia ha inaugurato una nuova filiale a Napoli.

Luglio 2004

Mps Suisse passa alla PKB , private bank del gruppo lussemburghese Cofi.

UBS rileva da Ersel Finanziaria l'altro 50% di UBS Giubergia Sim.

IL gruppo del benelux Fortis Bank compra per 85,5 mln di euro il 10% di Banca Intermobiliare.

 

mercoledì 08 maggio 2019 11.26.04