MAGSTAT

 HOME PAGE  Chi siamo  Servizi  Recruiting  Indagini  Stampa  Contatti

BLUERATING AGOSTO 2015

Il private migliore passa dalle reti

 di Gianluca Baldini
 

Nell’indagine Magstat (giunta alla dodicesima edizione), il gruppo guidato da Marco Mazzoni ha analizzato 254 operatori finanziari che offrono servizi di private banking e family office in Italia.


L'INDAGINE - Nell’indagine Magstat (giunta alla dodicesima edizione), il gruppo guidato da Marco Mazzoni ha analizzato 254 operatori finanziari che offrono servizi di private banking e family office in Italia. Al 31 dicembre 2014, il totale di asset under management, che si spartiscono i 254 player, ammonta a 751,3 miliardi di euro suddivisi su 898.401 clienti. I private banker attivi in Italia sono 13.335 di cui: 6.573 appartengono a strutture di private banking “puro” (di questi 1.158 sono a provvigione) e 6.762 appartengono a strutture di promotori finanziari. Se ai private banker si aggiungono 473 family officer si raggiungono 13.808 unità.


I NOMI - UniCredit Private Banking si aggiudica, anche quest’anno, il primo posto con 91.379 milioni di euro, seguita da Intesa Sanpaolo Private Banking con 83.500 milioni e Banca Fideuram (gruppoIntesa Sanpaolo) con 42.100 milioni. L’asset controllato dai primi tre operatori è pari al 28,9% del mercato e in termini assoluti è passato da 205.922 a 216.979 milioni di euro. Scorrendo la classifica troviamo al quarto posto Ubi Banca - Private & Corporate Unity con asset pari a 33.153 milioni seguita da Banca Aletti con 29.200 milioni di euro. I primi cinque operatori finanziari attivi nel private banking hanno una quota del mercato pari al 37,2% in calo di due punti percentuale rispetto lo scorso anno. Mentre i primi 10 coprono il 51,3% del mercato con 385.655 milioni di euro.


GRUPPI BANCARI - Interpretando i risultati in termini di gruppi bancari, i primi tre (gruppo Intesa Sanpaolo, UniCredit Group e gruppo Ubi Banca) controllano il 35,6% (267,2 miliardi di euro), i primi cinque gruppi (più Banco Popolare e Bnl Bnp Paribas) il 43,2% (324,5 miliardi di euro) e i primi dieci (più gruppo Deutsche Bank, gruppo Monte dei Paschi di Siena, gruppo Credem, Ubs Italia e gruppo Veneto Banca) il 57,8% (434,5 miliardi di euro) del mercato private servito (compreso quello del family office). Il patrimonio detenuto dagli operatori specializzati è passato da 678,3 miliardi di fine 2013 a 751,3 miliardi di fine 2014 con un aumento di ben 73 miliardi di euro in un anno (+10,8%). In termini assoluti sono state le reti di promozione finanziaria ad aver incrementato maggiormente i propri patrimoni nel private banking passando da 78 miliardi di fine 2013 a 111,3 miliardi di fine 2014 (+33,3 miliardi). In crescita anche le banche commerciali italiane, passate da 359,5 a 381,4 miliardi di euro (+21,9 miliardi).

 

Magstat Consulting S.r.l. Via Monte Grappa, 3 - 40121 Bologna - Italy