MAGSTAT

 HOME PAGE  Chi siamo  Servizi  Recruiting  Indagini  Stampa  Contatti

La Repubblica - Affari & Finanza

Incremento costante ma contenuto

Per bilanciare i portafogli e mettere al riparo dagli alti e bassi del mercato i gestori investono in beni cosiddetti alternativi. Tra questi l' arte sta prendendo uno spazio sempre maggiore. Citi Pb offre un servizio di art advisory da oltre 20 anni attraverso un apposito dipartimento basato a New York. Ma anche istituti come Ubs, Credit Suisse, Bnp Paribas e Schroeders hanno un expertise consolidato, come rileva un' indagine condotta dall' Istituto Magstat di Bologna. L' Italia è ancora agli inizi in questo settore. I nostri private banker spesso si limitano a offrire un servizio di consulenza nella valutazione mentre nei paesi anglosassoni si gestisce la compravendita di beni artistici come quella degli altri titoli. Certo, un quadro non è un "certificate" o un covered warrant, non è un prodotto finanziario per scambi che possono essere anche quotidiani. Ma, come il mattone, può diventare un bene rifugio per diversificare il proprio giardinetto titoli. «Il contributo dell' investimento è in termini di riduzione della rischiosità, della volatilità, non per ottenere rendimenti elevati», afferma Claudio Zara, docente di economia dei mercati e degli intermediari finanziari all' Università Bocconi di Milano, che segue da tempo questa tematica. Spiega Zara:«Secondo questa logica l' investimento deve indirizzarsi verso gli "old master", artisti consolidati nel tempo e nel panorama internazionale, quelli trattati dalle grandi case d' aste come Christie' s o Finarte. Sono opere affermate, con un listino ufficiale». Di norma questo tipo di beni hanno un incremento costante, ma contenuto nel tempo: un vaso dell' antica Grecia per quanto possa acquisire valore, non è pensabile che in dieci anni lo raddoppi. Ma i trucchetti per far salire il rendimento non mancano. Comprare e ricostituire una collezione dispersa, per esempio, fa salire il valore globale. Si può incassare subito la plusvalenza vendendo, oppure prestandola a mostre, una delle due strade per mettere a frutto l' investimento. «Affittare a esposizioni o musei è un modo di generare flusso», commenta Zara. Altra via per acquisire beni consolidati, sicuri, ma garantirsi una plusvalenza è quella di comprare master di mercati poco noti: opere di paesi emergenti, per esempio, come era stato in passato il Giappone, e sono ora la Cina e l' India. Diverso il (p.jad.)

Magstat Consulting S.r.l. Via Monte Grappa, 3 - 40121 Bologna - Italy