MAGSTAT

 HOME PAGE  Chi siamo  Servizi  Recruiting  Indagini  Stampa  Contatti

LA REPUBBLICA AFFARI & FINANZA 18 giugno 2012
18 giugno 2012

IL REPORT

Crisi sui mercati nell’area euro eppure le società macinano utili

Negli ultimi mesi del 2011 le tensioni sul debito sovrano nell’area euro si sono accentuate ed estese, assumendo rilevanza sistemica. I corsi dei titoli di Stato in molti paesi dell’area hanno risentito dell’incertezza sui modi di gestione della crisi a livello comunitario, nonostante le importanti correzioni degli squilibri di finanza pubblica operate dai governi nazionali. Il peggioramento delle prospettive di crescita dell’area euro ad inizio 2012 ha concorso ad alimentare l’incertezza facendo aumentare l’avversione al rischio degli investitori, così come la preferenza per strumenti ritenuti sicuri, quali i titoli di Stato statunitensi e tedeschi. La crisi del settore bancario non ha risparmiato l’industria italiana del private banking, emerge dal Rapporto sul Pb “Il private banking in Italia 2011” realizzato da Magstat di Bologna, società fondata e guidata da Marco Mazzoni. Il report sarà reso pubblico il prossimo luglio. Ecco alcune considerazioni anticipate ad A&F. La reddittività del private banking è in calo ma le principali strutture hanno messo a segno degli utili netti di tutto rispetto. Dopo 2 anni di crescita sostenuta dovuta principalmente allo scudo fiscale-ter il 2011 ha risentito dell’incertezza dei mercati finanziari e questo spiega perché la raccolta netta sia stata positiva anche quest’anno ma il negativo andamento dei mercati finanziari nella seconda parte del 2011 ha condizionato il risultato finale che poteva essere davvero migliore. (c.p.)

Magstat Consulting S.r.l. Via Monte Grappa, 3 - 40121 Bologna - Italy